Cerca nel sito
Romanian Bucareste film location nemico invisibile nicolas cage

Il nemico invisibile è in Romania

Dopo lunga gestazione, e molte polemiche, il nuovo film di Paul Schrader ci porta nell'Est europeo per delle scoperte oltre il cinematografico

barter
Strane le storie di certi film, come Il nemico invisibile di Paul Schrader. Percorsi tortuosi, imprecisi, insicuri, per poi giungere dove non avrebbero dovuto, o dove gli stessi realizzatori avrebbero voluto. In questo caso è stato lo stesso regista statunitense a dissociarsi dalla sua creatura, dalla quale è stato costretto a separarsi per dei vincoli contrattuali che gli hanno impedito però di togliere il suo nome del cartellone.

Ma il mese e mezzo (per non parlare degli anni precedenti, di preprodizione) di riprese non è stato certo vano, nonostante la protesta pubblica di Nicolas Cage e dell'amico Paul, almeno per il pubblico. Che potrà tranquillamente bearsi dell'ignoranza di cotanto 'dietro le quinte' e godersi l'effetto dell'inusuale peregrinare del regista di Grand Rapids (MI).

Illinois, Washington, Louisiana, New York, Florida e soprattutto California: Schrader ha sempre prediletto girare negli Stati Uniti. E solo sporadicamente si è spinto altrove (in Quebec per Affliction, a Tokyo costretto dal biopic su Mishima o in Italia, in Veneto nel 1990 e a Cinecittà per lo sfortunato Dominion), ma di certo mai in tre diversi continenti. Come stavolta. Ma, nonostante le brevi scene ambientate a Mombasa, in Kenya, o nel Queensland australiano (a Benowa e sulla Gold Coast), scelto per rappresentare la nazione africana, il grosso dell'azione e il cardine dell'intreccio non avrebbero potuto prescindere dalle location di Bucarest.

È stata la Romania, infatti, la prima scelta di Schrader, che era già stato ai Castel Film Studios della capitale nel 2008 per Adam Resurrected. Forse per motivi economici (ai quali i cineasti americani son sempre molto sensibili, soprattutto per film dai budget contenuti), ma non solo. E se le prime immagini di quelle zone che il film ci mostra sono quelle del Carrefour Orhideea, subito dopo l'azione si sposta sull'interessante Grozavesti Bridge per un inseguimento automobilistico che fa da premessa alla vicenda.

Per quanto, poi, siano forse le diverse sezioni dell'Università locale le più usate per le scene successive, non saranno probabilmente il Politecnico, il Vicolo dei Pioppi, la Biblioteca centrale, il rettorato e il Campus tutto ad aver reso imprescindibile questa trasferta ad Est. Passeggiate con Nicolas Cage e Anton Yelchin per Calea Victoriei in cerca della folle costruzione del palazzo dell'associazione nazionale degli Architetti (scelta nel film come Quartier Generale della S.R.I.) e verso il Parlamento Casa Poporului di Strada Izvor. Nel cammino avrete l'occasione di rivedere, stavolta con calma e senza la 'distrazione' del film, l'Hotel Novotel dove alloggiano Lake e Schultz, la zona di Lipscani e della Città Vecchia, ma soprattutto la Piazza della Rivoluzione con il Museo Nazionale, l'Ateneo e l'emblematico monumento alla Rinascita del Paese.



Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Queensland
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100