Cerca nel sito
viaggi india Gujarat tour

Gujarat: un'India poco conosciuta

E' quella parte del paese che si può a buon diritto definire la "vera India": benvenuti nel Gujarat, patria del Mahatma Gandhi

Cupole
©Shutterstock
Si trova fuori, seppur di poco, dalla rotta classica che comprende Mumbai-Rajasthan-Delhi, e per questo è tenuto in poca considerazione dai più: ma lo stato del Gujarat, estrema propaggine occidentale della penisola indiana al confine con il Pakistan, può essere considerato dal punto di vista ambientale, naturalistico e architettonico uno dei più interessanti della confederazione, e non solo. Infatti risulta essere anche uno dei più industrializzati e di livello sociale avanzato, pur trattandosi essenzialmente di un paese agricolo.

Gode di una rilevante varietà ambientale che va dai deserti alla brezza dell’Oceano, alla costa lunga 1600 chilometri sul Mar Arabico, in cui si alternano colline selvose, ampie pianure fertili, steppe, acquitrini salmastri, litorali rocciosi, penisole, golfi e isole. Anche la popolazione offre una notevole varietà: qui, infatti, hanno convissuto diverse etnie tra cui indù, buddisti, jainisti, musulmani e cristiani, oltre a piccoli gruppi tribali animisti. Il Gujarat ha rappresentato soprattutto la roccaforte storica del jainismo, il movimento religioso dell’estremismo ascetico dei santoni nudi e della non violenza portata all’esasperazione: qualche esempio curioso per farsi un’idea? Gli adepti del jainsimo estremo indossano una mascherina sulla bocca per non uccidere i microbi e puliscono la strada con una scopa per non calpestare gli insetti.

TOUR DEL GUJARAT: LE FOTO

La visione pacifista del jainismo, oltre a tradursi nella cucina essenzialmente vegetariana della regione, ha influenzato sicuramente il pensiero e l’opera del Mahatma Gandhi, la Grande Anima dell’India, che nacque a Porbandar nel 1869. La presenza di calure e religioni differenti ha prodotto anche una varietà architettonica di notevole livello: ecco quindi che templi, moschee e tombe si ergono accanto a forti, palazzi e haveli, le eleganti dimore settecentesche decorate e scolpite in legno.

Questo è il volto vero dell’India, la parte più autentica ed originale, che ha fornito alla storia il maggior numero di rja e maharaja.  La capitale Ahmedabad è ricca di moschee e baoli, pozzi monumentali, e da visitare ci sono anche l'antica cittadella fortificata, il museo Calico, il più importante museo indiano sulla tessitura, i templi e l'Ashram Sabarmati, fondato da Gandhi nel 1917.

A Bhuj, nella regione del Kutch, da non perdere sono il suggestivo tempio del Sole, l'antico e il nuovo palazzo del Maharaja e il Kutch Museum. Il Monte Girnar è luogo di preghiera per indù, jana e buddisti: vi sorgono sei templi e nella foresta circostante si possono incontrare il raro leone asiatico oltre che leopardi, cervi, stambecchi e cinghiali. Uno dei luoghi più straordinari del Gujarat è la collina di Shatrunjaya, dove si trovano ben 863 templi in marmo bianco e da cui si gode un panorama mozzafiato.

Offerte

L’operatore milanese “Adenium – Soluzioni di viaggio” propone un itinerario di 13 giorni toccando le località più importanti del Gujarat. Voli di linea da Milano e Roma via Dubai, pernottamenti in hotel a 3, 4 e 5 stelle con pensione completa, accompagnatore dall’Italia, quote da 2.470 euro in doppia.

TOUR DEL GUJARAT: LE FOTO   


Leggi anche:
L’INDIA VISTA DAL FINESTRINO
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese India
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100