Cerca nel sito
Goa consigli utili da Le Figaro

Goa, 5 cose da sapere secondo Le Figaro

I consigli di una reporter per partire alla volta del piccolo paradiso indiano

Spiaggia di Goa
©iStockphoto
Goa, scorcio di una spiaggia
Soggiornare al W Hotel
Tra le rovine di un forte portoghese e la famosa spiaggia di Vagator, il segno W ha aperto il suo 50° hotel al mondo. Il primo in India. Su un ampio giardino che si affaccia sul Mar Arabico, con accesso diretto alla spiaggia, la spettacolare W Goa immortala un universo festoso e colorato. Un'atmosfera esuberante ma elegante, in un mix perfetto tra design e stile indiano, il tutto fiancheggiato da una decorazione sorprendente dall'artista gohanese Subodh Kerkar. E’ un indirizzo frequentato soprattutto dalle star di Bollywood e dai ricchi viaggiatori  in cerca di nuove sorprese ed esperienze. Non è solo un luogo dove si incontrano vip del cinema, della moda e della musica, ma è ideale anche per gli amanti dello yoga, dello slowfood e della spa. La cucina è creativa ed eclettica, da assaporare tra il cocktail bar e l’innovativo ristorante indiano. Per quel che riguarda gli alloggi ce n’è per tutti i gusti: 160 camere luminose, ville, chalet, suite e una villa chiamata "Extreme WOW”. Camere a partire da 120 euro. 

Trascorrere una giornata a La Plage
La Plage è il ristorante francese sulla sabbia di Ashvem Village, a nord di Goa. Aperto 20 anni fa da un trio francese che lavora nella moda, combina il meglio di Ibiza, Caraibi, Brasile e India in stile chic. E’ frequentato da abitanti locali piuttosto facoltosi. A pochi metri il negozio aperto da Jade Jagger in un’atmosfera glamour ma semplice e casual. Il programma è rilassarsi tra lettini, nuoto, shopping, degustazioni di vini e pasti con ingredienti freschi.

Leggi anche: Goa, non solo hippy: 5 cose da sapere prima di partire

Fare shopping al Paper Boat
Immerso in una casa coloniale portoghese nel quartiere di Sangolda, il Paper Boat Collective presenta mobili, gioielleria, abbigliamento, cosmetici, dolci, giocattoli fabbricati in India da artigiani, tutto rispettando corpo e ambiente grazie a prodotti biologici o etici. Alla fine del pomeriggio la terrazza si trasforma in un luogo perfetto per sorseggiare caffè a suon di musica.

Passeggiare al Saturday Night Market
Il grande bazar all'aperto a Goa fa alzare la febbre del sabato sera. Per evitare la congestione del traffico, è necessario arrivare presto. Centinaia di stand offrono prodotti di tutti i tipi tra gadget, montagne di spezie, bastoncini di incenso, chicchi di legno intagliati, capi in cotone e tessuto, ma anche vestiti e gioielli di giovani designer. Decine di piccole bancarelle servono street food locale. 

Leggere Love Goa
La bibbia dell'arte di vivere a Goa è stata scritta da Fiona Caulfield, stilista e giornalista australiana che risiede da tempo in India. Attraverso questa guida l'autrice rivela il suo ultimo desiderio e quello che ha fatto lei stessa, ovvero: "Andarsene dai sentieri battuti e innamorarsi di Goa”. Nel libro condivide i suoi indirizzi preferiti intelligentemente elencati e sviluppati. Fornisce anche consigli e chiavi di pensiero e per comprendere lo stato più piccolo dell’India e i suoi abitanti.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese India
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100