Cerca nel sito
Isole Canarie Tenerife location film Ma Ma Penelope Cruz Granadilla Laguna

Con Ma ma si scoprono Tenerife e le Isole Canarie

Il film du Julio Medem, prodotto e interpretato da Penelope Cruz vive della magia e della luce delle location marittime spagnole

I Wonder Pictures
Siamo stati a La Coruña, con il fiato sospeso per il Desconocido - Resa dei conti di Dani de la Torre, e a Madrid, sulle tracce della Julieta di Pedro Almodovar, ma come quest'ultima continuiamo ad avere la necessità - o solo l'occasione - di ampliare il nostro cammino, e di scoprire molto di più di una nazione che abbiamo tanto vicina (non solo geograficamente) da non giustificare la poca conoscenza che molti credono di averne. La Spagna, come l'Italia, è vasta e molto diversa, e vale la pena percorrerla tutta, da Nord a Sud, da Est a Ovest, isole comprese. E proprio su una di queste, a Tenerife, abbiamo finito per ritrovarci seguendo le tracce del Ma Ma - Tutto andrà bene di Julio Medem.

Distribuito da I Wonder Pictures e presentato al Biografilm di Bologna, il film racconta di Magda, la giovane madre interpretata da Penelope Cruz, e della sua sfida contro il tumore al seno diagnosticatole. E soprattutto contro le avversità della propria vita, resa più difficile dall'abbandono del marito, proprio negli anni della crisi economica e della vittoria della Spagna ai campionati europei. Sconfitto una prima volta, il cancro però torna, e stavolta con una diagnosi peggiore. Sembra non esserci speranza per lei, ma la sua scelta è quella di vivere pienamente tutto quello che può, a partire dalla maternità che decide di portare avanti.

"Una lezione di vita e di ottimismo", come la definiscono la stessa protagonista e il regista Julio Medem, che ha vissuto tanto delle interpretazioni intense degli interpreti quanto di una fotografia misurata, attenta, che si è posta come obiettivo quello di cercare la luce in qualsiasi luogo essa si potesse trovare, anche nel più piccolo spiraglio. Una 'presenza' simbolica che ha trovato riscontro nel personaggio creato da Penelope Cruz (qui anche al debutto da produttrice) e che ha potuto approfittare della naturale bellezza delle location scelte, quelle di Tenerife e delle Isole Canarie.

Molte e diverse, come quelle scelte nella piccola Granadilla de Abona (dal 2013 gemellata con la ligure Diano Marina), della quale si riconoscono i dintorni della Piazza di San Pedro e las calles de Carmona, la Fonte in pietra e La Pasada, il campo di calcio cittadino e la Cruz de Tea. "Si è fatto in modo di collaborare e aiutare la produzione con tutto quel che potesse servire per girare in punti diversi della città questo film ricco di attori importanti - ha dichiarato il sindaco della località canaria, Jaime González Cejas. - Un film che ci aspettiano possa far conoscere il nostro paese a livello internazionale".

Un obiettivo che probabilmente non aveva bisogno del film per essere raggiunto, viste le bellezze della zona. Ma perché rinunciare a un diverso punto di vista su un territorio e un mare tanto affascinanti? Dei quali per altro ha ampiamente goduto anche il regista, per sua ammissione un habitué delle Canarie, e di Tenerife, isola che ammira "per i suoi paesaggi" e per le condizioni che crea a chi vuole realizzare un film da queste parti, come han fatto in passato Louis Leterrier per Scontro tra titani (nel Parco Nazionale del Teide) e Ridley Scott per Exodus. E la stessa Penelope, che ha a lungo alloggiato nel locale Hotel Ritz-Carlton Abama di Guia de Isora. E che oggi tocca a noi godere, attratti dalle meraviglie de La Laguna (nel film presente con il suo 'Ospedale Universitario'), 'Città Territorio' protetta dall'Unesco come Patrimonio Mondiale dell'Umanità e che ha in San Cristobal della Laguna la sua perla, per molti la cittadina più bella di Tenerife e forse delle Canarie.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100