Cerca nel sito
Chiusi location film Quanto Basta Vinicio Marchioni Siena Toscana

Chiusi, Toscana e dintorni sono Quanto basta

Il film di Falaschi con Vinicio Marchioni racconta la cucina, l'amicizia e lo splendore della verdissima regione italiana.

Notorious Pictures
Il particolare genere di Culinary Cinema è molto cresciuto negli ultimi anni, fino a vedersi dedicata una sezione specifica del Festival di Berlino, ma raramente ci aiuta a spaziare molto, rimanendo relegato entro le mura di cucine e ristoranti. Certo, ci sono gli esempi della Soul Kitchen di Amburgo o i lussuosi locali di Parigi o Londra che hanno ospitato grandi protagonisti in camice bianco, e per questo fa ancora più strano vedere Vinicio Marchioni uscire dalla Casa di Reclusione G. Passerini di Civitavecchia - in una scena alla Blues Brothers, ma muta - nel prologo del Quanto Basta di Francesco Falaschi.

Nel film, l'attore (che nella realtà è proprietario del ristorante Casa Ripetta) è il talentoso chef Arturo, finito dentro per rissa, costretto a scontare la pena ai servizi sociali tenendo un corso di cucina in un centro per ragazzi autistici. Dove lavora Anna, e dove incontra Guido, ragazzo affetto da sindrome di Asperger e con una grande passione per la cucina. Sulla base della quale si costruirà un’improbabile amicizia tra i due che aiuterà Arturo a cambiare vita.

"Quanto basta è più un film sull’amicizia che sulla cucina - dice il regista. - È nel viaggio che progressivamente si realizza un rovesciamento di prospettiva, fino a far chiedere allo spettatore chi sia quello che sta accompagnando l’altro". Un viaggio che però dalla via Ostuni 3 di Roma, dietro La Prenestina, dove sappiamo vivere Arturo, non va oltre la città etrusca di Chiusi, fino all'inizio di settembre 2017 location principale del film insieme alla Tenuta di Dolciano, a pochi chilometri dal centro.

"Siamo orgogliosi – hanno dichiarato il sindaco Juri Bettollini e il vicesindaco Chiara Lanari – di aver ospitato il set del film di Falaschi e ringraziamo la produzione, la regia, il cast, nonché i nostri produttori, le aziende, gli esercenti che hanno partecipato, così come gli uffici e la cittadinanza tutta, che invitiamo al Cinema per questa bella produzione che ha coinvolto anche la nostra Città. Non vediamo l'ora di sederci in sala perché crediamo che questo film rappresenti al meglio la tradizione della cinematografia italiana che tocca temi impegnati e capaci di far riflettere, con ironia".

Di rimando, la produzione ci ha tenuto a ringraziare cittadini e commercianti (come Gli espositori del Mercato di Chiusi, ma anche Il baracchino di Rodano di Punta Ala) che si sono prestati a collaborare alla realizzazione a vario titolo: dal teatro Mascagni e la Fondazione Orizzonti d'Arte di Chiusi alla Locanda delle Scuderie e lo chef Walter Tripodi, dall'Ipseoa Tor Carbone al Radisson Blu o l'Agriturismo Bonellino Vecchio di Pienza… oltre alla trattoria degli amici di Trastevere, a Roma, in Piazza di S. Egidio 6.

"Commedia d’incontri, feel good movie, buddy film, o come vogliamo definirlo, - conclude Falaschi, - Quanto basta è in primo luogo un film di personaggi, che non ha paura delle emozioni e dei sentimenti positivi". Anche grazie agli attori, "straordinari per la loro preparazione e per la generosità che hanno dimostrato sul set".

 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per distretto Argentario
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100