Cerca nel sito
Piatti tipici India come cucinare Biryani

Biryani, profumo di spezie indiane

Basmati con verdure, carne (o pesce) e l'immancabile masala per un mix di sapori intensi e variegati

piatto indiano riso e verdure
iStock
Biryani vegetariano
La cucina indiana si distingue per due tradizioni differenti. La prima, diffusa soprattutto al Nord, che fa uso di carne e la seconda, diffusa invece al Sud, che è principalmente vegetariana. La cucina indiana del Sud è quella che più si caratterizza per il grande utilizzo di spezie per aromatizzare i piatti ed accompagnare le verdure.
 
Riso basmati profumato, spezie, abbinamento di salse salate e un colore giallo intenso: sono le caratteristiche del Biryani, uno dei piatti tipici della cucina indiana il cui nome è di origine persiana e si traduce con “ben rosolato”. Storia, mito e leggenda avvolgono le origini del piatto, e tutte concordano sulla sua prerogativa: è di fatto il più famoso tra le culture islamiche dell’Asia meridionale. 
 
 
Per la sua completezza di nutrienti, è stata infatti indicata nella storia come una ricetta capace di soddisfare le esigenze alimentari di eserciti, apprezzata da condottieri così come dai mercanti e anche dalle popolazioni di questi luoghi che hanno sofferto instabilità geo-politiche per un lungo periodo a partire dagli inizi del XV secolo.
 
 
A differenza degli altri piatti orientali a base di riso, il biryani esalta di più l’ingrediente proteico con il suo masala, termine indiano che significa "spezia" con il quale, appunto, si intende miscele di spezie. Utilizzata per aromatizzare un'ampia varietà di pietanze, il masala è il cuore di ogni piatto indiano e rappresenta, con i suoi colori e aromi, l’anima variopinta e magica dell’India. Masala e riso sono due componenti preparate inizialmente separate e quindi disposte a strati intercalati. Il risultato è un netto contrasto che si può assaporare ad ogni boccone di ogni attraente variante di Biryani.
 
Tante varianti quante sono le regioni dell’India e ognuna con la sua cucina caratteristica, alcune più speziate altre più semplici; alcune vegetariane, altre con pollo o pesce; oppure integranti gli stili propri di altri Paesi, anche più medio orientali, i quali ad esempio amano aggiungere i frutti secchi. I fattori che solitamente distolgono chi si accinge a preparare il biryani sono l’apparente complessità e l’impiego di molto tempo per la cottura. In India viene preparato negli handi in cui gli ingredienti vengono cotti lentamente senza perdere i nutrienti. La cottura è tipica dello stile Dum Pukht.
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese India
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100