Cerca nel sito
viaggi mare arcipelago azzorre

Azzorre: le isole che non ti aspetti

Tra paesaggi da cartolina, un piacevole clima mite tutto l'anno e le infinite possibilità per rilassarsi e dedicarsi alle attività più disparate, le Azzorre sono una vera sorpresa per i viaggiatori in cerca di qualcosa di diverso

Azzorre
Courtesy of ©www.azzorre.com
Nel cuore dell'Oceano Atlantico, a1.500 chilometri dalle coste del Portogallo, nove isole vulcaniche emergono dalle acque regalando bellissimi paesaggi ed atmosfere incontaminate. Sono le Isole Azzorre che con il loro clima mite tutto l'anno e la tranquillità e la bellezza di località poco battute dal turismo di massa, sapranno incantare i viaggiatori più esigenti.

PERCHE' ANDARE Nove isole tra cui scegliere sono molto più di quanto si possa sperare di trovare nella meta delle proprie vacanze. Tra località pittoresche, paesaggi mozzafiato, ed infinite possibilità per praticare sport acquatici e non, le Azzorre sono una vera sorpresa per tutti coloro che cercano una destinazione non convenzionale e, allo stesso tempo, ricca di attrattive per tutti i gusti. Le numerose strutture ricettive, il folklore locale, le svariate attività a cui ci si può dedicare ed il fascino incontaminato di luoghi ancora poco battuti dal turismo di massa accontentano proprio tutti. Ed un clima mite ma mai torrido, completa un quadro che, dalla cornice al dettaglio più trascurabile, non deluderà davvero nessuno.

DA NON PERDERE Che si decida di organizzare il proprio viaggio soffermandosi su un'unica isola dell'arcipelago o che si preferisca, invece, visitarne il più possibile, di certo non mancheranno le cose da vedere. Per i viaggiatori che preferiscono evitare gli spostamenti, San Miguel è, probabilmente, la scelta più indicata. Dista due ore di volo da Lisbona ed è la più estesa delle nove isole. A Ponta Delgada, la città più grande dell'arcipelago, ci si imbatte in numerose testimonianze architettoniche del periodo dal XVI al XIX secolo tra cui il Forte cinquecentesco di Sao Bras, costruito per difenderla dagli attacchi dei pirati. Anche Faial è tra le isole più frequentate. Il porticciolo di Horta è una vera mecca per i velisti, mentre le numerose riserve naturali, le grotte di Costa de Feteira e il belvedere di Monte da Guia sono perfetti per accontentare gli amanti delle vacanze in mezzo alla natura. Seconda isola per importanza, Terceira incanterà con il suggestivo centro storico di Angra do Heroismo, dichiarato Patrimonio UNESCO, mentre Pico sorprenderà con il magnifico colpo d'occhio offerto dal grande vulcano che domina incontrastato sul paesaggio. A Santa Maria sono i mulini a vento disseminati su tutto il territorio a catturare l'attenzione, mentre Graciosa regala uno degli spettacoli più affascinanti di tutto l'arcipelago: la Furna do Enxofre. Si tratta di un vero e proprio ingresso ad un vulcano attraverso una galleria profonda circa 100 metri che si apre su una grande caverna sovrastata da una volta vulcanica, che ospita un lago di acqua sulfurea largo più di 100 metri e profondo 15.

COSA PORTARE
Grazie alle numerose correnti di alta pressione che lo attraversano, l'arcipelago gode di un piacevole clima marittimo temperato che garantisce temperature gradevoli durante tutto l'anno con poche differenze tra i mesi più freddi e quelli più caldi. Il periodo da aprile a ottobre è quello migliore per partire perchè permette di godere di giornate poco piovose e di acque calme e calde che difficilmente scendono sotto i 26 gradi di temperatura, ideali per immergersi e rilassarsi. Con un clima così, passeggiare risulta una delle attività più gettonate, per questo occorre avere in valigia degli abiti comodi e scarpe adatte a lunghe camminate. Durante le escursioni, specialmente quelle dedicate all'osservazione dei cetacei, è importante poter indossare vestiti sportivi e che si asciugano in fretta. L'abito da sera, invece, può essere tranquillamente lasciato nell'armadio: sebbene sulle isole non manchino le opportunità per trascorre piacevoli serate, non si può certo dire che vi si conduca una grande vita mondana.

CON CHI ANDARE Ciò che è importante tenere a mente per tutti coloro che desiderano raggiungere le Azzorre è che risulta particolarmente sconsigliabile organizzare un viaggio “fai da te”. Per poter pianificare al meglio la propria vacanza senza spendere una fortuna, bisogna rivolgersi ad operatori esperti di viaggi e di soggiorni in questo arcipelago con l'aiuto dei quali sarà più facile scegliere la formula migliore, gestire gli spostamenti tra un'isola e l'altra e da e verso gli aeroporti, e prenotare con anticipo le escursioni e le attività risparmiando un pochino. Sono pochi i tour operator italiani che trattano le Azzorre, ma rivolgendosi a Serena Tourist Service c'è solo l'imbarazzo della scelta di proposte e pacchetti per visitare l'arcipelago nella maniera che si preferisce. Si può optare per un viaggio organizzato in cui ogni giornata è scandita da un programma ben definito comprensivo di escursioni, spostamenti ed attività, oppure si può decidere di muoversi più autonomamente prenotando un soggiorno in hotel con auto a noleggio, o ancora si può scegliere di salpare a bordo di yacht o piccole navi grazie a piacevoli crociere esplorative di 11 o 19 giorni. Si può scegliere di rimanere su un'unica isola oppure adottare una soluzione che comprenda più tappe all'interno dell'arcipelago. Ogni opzione comprende il volo (o i voli, nel caso si sia scelto un pacchetto con più isole) e i trasferimenti da e per gli aeroporti, a meno che non si noleggi un'automobile. Alcune escursioni sono già incluse in diversi pacchetti, ma tramite l'operatore è possibile prenotare le gite e le attività che si vogliono inserire nel proprio itinerario. Le possibilità sono davvero numerose, e le tariffe per organizzare il viaggio partono da circa 800 euro a persona per 8 giorni, e variano in base alla durata ed al tipo di soluzione scelta, sino a raggiungere un massimo di 2.650 euro a persona per un tour completo dell'arcipelago di 17 giorni.

CURIOSITA' Le Azzorre sono un vero paradiso per gli amanti del Whale Whatching. Le particolari condizioni climatiche e delle acque dell'arcipelago contribuiscono a creare l'habitat ideale per balene, orche e delfini. Fortunatamente da qualche decennio da queste parti non si pratiche più la caccia alle balene ma l'esperienza della gente del luogo e la conoscenza di questi animali, delle loro abitudini e delle zone in cui se ne riscontra una maggiore concentrazione, si sono rivelate delle ottime basi per organizzare dei ben più piacevoli safari fotografici. Specialmente sull'isola di Pico, guide esperte accompagnano i visitatori a bordo delle barche che solcano le acque dell'arcipelago alla ricerca di magnifici cetacei, descrivendone le caratteristiche e le abitudini e permettendo di immortalarne alcuni in fotografie che rimarranno a lungo negli album dei ricordi più belli.

LE FOTO: UN VULCANO DI ARCIPELAGO

Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Portogallo
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100