Cerca nel sito
Umbria: il bungee jumping

Vola in Umbria

Dalla terra al cielo. Il deltaplano, il parapendio e il Bungee jumping sono specialità molto seguite nell'Umbria. Si vola partendo dal monte Subasio, da Gubbio, dal Monte Cucco. E si salta dalle Marmore

Valnerina3
Courtesy of©Centro canoa Le Marmore
Dalla terra al cielo. Il deltaplano e il parapendio sono specialità molto seguite nell'Umbria. Si vola partendo dal monte Subasio, da Gubbio, ma soprattutto dal Monte Cucco. Qui c'è il gruppo del volo libero, e anche una scuola di volo, ma sono centinaia gli appassionati che per tutta la bella stagione provano l'ebbrezza di lanciarsi da oltre 1.200 metri. Chi non è un campione e vuole provare anche per una sola volta, sia al Subasio che a Monte Cucco ha la possibilità di volare in tandem con un istruttore. Il prezzo è di solito di 70.000 lire per il parapendio e di 100.000 lire per il deltaplano. Gli stessi soldi che si pagano ad Arrone per gettarsi nel vuoto. A cinque chilometri dalla cascata delle Marmore c'è un ponte di 70 metri da cui, da aprile a ottobre, ci si lancia legati per i piedi ad un elastico. E' il Bungee jumping, la disciplina di importazione americana che sta avendo un discreto successo anche in Europa. Qui l'associazione Jump fa saltare circa 700 persone a stagione. La sicurezza è garantita dall'imbragatura che può resistere ad una trazione di 2.200 chili, e dal fatto che l'elastico viene sostituito ogni 150 lanci. Per 100.000 lire si sale sul ponte, si viene legati e imbragati e ci si tuffa nel vuoto a novanta chilometri orari. Si cade per 50 metri, il cuore arriva in gola, l'elastico rimbalza tre volte, poi si viene recuperati in fondo. Se si aggiungono altre 30.000 lire due telecamere, una sopra e una sotto il ponte, riprendono il tuffo e preparano istantaneamente una videocassetta. Un servizio offerto anche dal gruppo di paracadutismo Sky Dive di Panicarola, sul Trasimeno. Le gesta però sono quelle di un volo di un minuto in caduta libera da quattromila metri, e di cinque o sei minuti di discesa con il paracadute, ovviamente sempre in tandem con un istruttore. L'associazione di Panicarola è l'unico gruppo del centro Italia che permette ai neofiti di lanciarsi con il paracadute senza aver mai seguito alcuna lezione. Lo fanno per semplificare l'impatto con il primo lancio. Bastano venti minuti di istruzioni, e poi tanto sangue freddo. Un aereo da turismo decolla da una pista vicino al lago, sale fino a 3500-4000 metri, e quando l'istruttore decide di lanciarsi, è troppo tardi ormai per aver paura. Un altro paracadutista si lancia subito dopo e riprende il tutto con una videocamera. Il prezzo è sulle 250.000 lire, poi, se la cosa piace, ci si può iscrivere ai corsi, che costano da uno a tre milioni. Per chi volesse provare l'emozione di gettarsi in deltaplano dal Monte Cucco, le strade sono due. Prendere il brevetto di volo: una scuola funziona nella zona nel periodo estivo. Oppure avviarsi al volo con un istruttore avvalendosi di un deltaplano biposto. I numeri da chiamare sono: Luigi Simonetti 0339 4972495; Celeste Burani 071 52847; Tonino Tarsi 0347 6178918
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100