Cerca nel sito
villa pisani veneto natura giardini itinerari

Villa Pisani: giardino veneto pieno di storia

La splendida villa di Stra è circondata da un parco con tre secoli di storia

villa pisani veneto giardino labirinto natura villa
Courtesy of ©Patrick Denker/Wikipedia Creative Commons CC BY 2.0
Il labirinto di Villa Pisani
Adagiata sul Naviglio del Brenta, a Stra, in provincia di Venezia, Villa Pisani è considerata uno degli esempi più rappresentativi di villa veneta della Riviera del Brenta. Costruita nel XVIII secolo, oggi ospita un Museo Nazionale dove sono custoditi arredi ed opere d'arte risalenti ai primi due secoli a partire dalla sua costruzione. Se visitando le stanze si rimane immediatamente colpiti dalle tipice atmosfere settecente ed ottocentesche che emanano da ogni mobile e da ogni parete,passeggiando per i magnifici giardini che la incorniciano la suggestiva sensazione di tuffo nel passato si arricchisce della meraviglia di trovarsi al cospetto di un vero e proprio capolavoro di interazione tra uomo e natura.

Ispirato ad alcuni antichi testi che fornirono preziose linee guida per la realizzazione di numerosi giardini dell'epoca, il parco occupa 14 ettari di superficie e rivela tanto le sue origini settecentesche, quanto le preziose opere di abbellimento e rivistazione effettuate nel corso dei secoli successivi. Oggi, dunque, il grande giardino di Villa Pisani si mostra agli occhi dei suoi visitatori come una perfetta fusione tra la struttura geometrica settecentesca e la revisione paesaggistica ottocentesca. Se esplporando la zona orientale del parco si possono ammirare la maggior parte delle opere d'arte in esso custodite, è passeggiando per i lunghi viali prospettici che attraversano la zona occidentale che si può constatare il valore botanico e naturalistico del giardino.

Chi varca la soglia di Villa Pisani ci si trova al cospetto di due magnifici viali costeggiati da ippocastani in fondo ai quali si ergono le scuderie settecentesche ispirate, nelle strutture architettoniche, ad antiche suggestioni rinascimentali, al vasto parterre centrale ed alla lunga piscina che si integra alla perfezione con il territorio circostante. Ma è il labirinto il vero capolavoro di questo romantico giardino d'altri tempi.
Realizzato con siepi di bosso, si sviluppa attorno ad una torretta centrale sormontata da una statua di Minerva ed è stato oggetto, nel corso del tempo, di numerose modifiche che gli hanno conferito i suo aspetto attuale.

Bellissima anche la pittoresca terrazza belvedere di forma esagonale raggiungibile con un viale punteggiato di tigli secolari, dalla quale si dipanano assi ottici adornati da gruppi di statue, romantici tunnel di glicini e le vestigia delle antiche cedraie, delle quali rimangono le tracce nei muretti delle vasche. Da non perdere una sosta all'antica ghiacciaia, la cllinetta artificiale cava bordata da cipressi di palude e circondata da un fossato dal quale, un tempo, si prelevava il ghiaccio, dove sorge la pittoresca "coffee-house". Passaggiando, infine, nei pressi delle scuderie, sarà un piacere aosservare l'orangerie e le serre adibite alla coltivazione di profumatissimi agrumi e delle piante tropicali.

Leggi anche:
Lido di Venezia, l'isola delle star
Venezia: osterie e tipici bacari a Cannaregio
Cucina veneziana: baicoli, galani e frìtole

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per distretto Riviera del Brenta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100