Cerca nel sito
vacunae rosae rieti giardini fioriti roseto lazio

Vacunae Rosae: roseto "divino" tra i boschi di Rieti

Dedicato ad una dea sabina, il roseto a pochi km da Roma è un luogo affascinante

roseto, vacuna rosae, rose, fiori, bosco, sera, natura
Courtesy of ©Facebook.com/vacunaerosae
Vacunae Rosae
Non bisogna viaggiare a lungo per ammirare il primo roseto al mondo a livello concettuale. Secondo soltanto a quello di Dresda dal punto di vista varietale, Vacunae Rosae si estende, infatti, ai piedi del Borgo di Roccantica, in provincia di Rieti, a pochi chilometri da Roma. Intitolato, come la tenuta all'interno della quale è stato ricavato ed i boschi nei quali immerso, alla dea sabina Vacuna, definita La Tacita da Plutarco perchè “silenziosa, incorruttibile e solamente intelligibile”, questo magnifico giardino somiglia ad un paradiso fiorito votato alla bellezza ed alla perfezione perchè dedicato alla rosa, il fiore per eccellenza. I differenti percorsi che lo attraversano sono veri e propri viaggi intellettuali e sensoriali attraverso i quali ammirare le forme ed i colori seducenti delle rose, magistralmente distribuite, e conoscerne le origini, la storia ed i segreti più affascinanti.

Ad accogliere i visitatori all'ingresso, un giardino “zen” in pietra di ispirazione orientale prepara alla meditazione ed alla contemplazione della bellezza delle rose che adornano il roseto che si estende all'interno della Tenuta La Tacita per 18 mila metri quadrati all'interno dei quali sono ospitati circa 7.000 rosai per un totale 5.500 differenti varietà di rose suddivise in 130 settori visitabili attraverso interessanti percorsi tematici. Ogni area del giardino, infatti, propone gruppi omogenei di fiori allestiti in base allo sviluppo botanico, alla storia, ai colori e ai profumi. A livello planimetrico la configurazione è pervenuta alla forma di ala d'angelo e su ogni muro e su ogni cancello si arrampicano muraglie di rose sarmentose e festoni disposti secondo uno scenografico digradare cromatico che si estende per 800 metri di lunghezza.

Ad abbellire i percorsi e arricchire di significati allegorici e di effetti scenografici questo affascinante viaggio nel mondo delle rose, all'interno del roseto Vacunae Rosae sono state installate 9 fontane e 28 pompe sommerse che creano giochi di acqua, luci e suoni che accompagnano i visitatori alla scoperta dei differenti settori e attraverso il suggestivo labirinto di rose al centro del giardino dove campeggia la bellissima piscina di Psyche che crea un colpo d'occhio davvero unico. Anche l'esterno di questa oasi fiorita è destinato a conquistare il cuore di chi si soffermerà ad ammirarlo. Attorno alla cancellata di protezione, infatti, si dipana un circuito di alberi sacri che amano la rosa: dalla tamerice, sino al mandorlo e al melograno.

Il periodo migliore per concedersi una passeggiata tra le romantiche fioriture di Vacunae Rosae è quello a cavallo dei mesi di maggio e giugno, quando le rose sbocciano e creano una distesa incantevole di colori. Il roseto è, comunque, aperto fino al mese di ottobre, quando si adorna della seconda fioritura, e può essere visitato su prenotazione con l'accompagnamento di una guida.

Leggi anche:
Gli scorci più romantici di Rieti
Rieti brilla con la Festa del Sole

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100