Cerca nel sito
natura italia giardini botanici idee weekend escursioni

Ponti di Primavera nei giardini italiani più belli

5 affascinanti orti e giardini botanici da scoprire nella stagione delle fioriture

primavera,fiori,panorama
iStock
Panorama primaverile
EMILIA ROMAGNA - GIARDINO BOTANICO DI VALBONELLA
Istituito nel 1981, il Giardino Botanico di Valbonella sorge all'interno del Parco delle Foreste Casentinesi a 700 metri di altitudine, alle porte di Corniolo, in provincia di Forlì Cesena. Si presenta come un rigoglioso museo a cielo aperto che riproduce, in due ettari, gli ambienti più significativi dell'Appennino romagnolo custodendo numerose specie, spesso rare e protette, caratteristiche della flora regionale. L'obbiettivo di questo splendido giardino montano è, infatti, proprio quello di salvaguardare e presentare al pubblico e agli esperti le piante più rappresentative dell'ambiente appenninico distribuite seguendo criteri ecologici e pedologici.


 
CAMPANIA - ORTO BOTANICO DI NAPOLI
Fondato agli inizi del XIX secolo nel periodo della dominazione francese, l'Orto Botanico di Napoli venne realizzato seguendo un progetto precedentemente concepito da Ferdinando IV di Borbone e mai attuato. Sin dalla sua nascita, questo giardino monumentale rivelava un animo moderno ed innovativo. A differenza di altri orti botanici, infatti, destinati soprattutto alla raccolta e alla cura delle erbe medicinali, quello di Napoli sin da subito si distinse per il suo obbiettivo di voler mostrare e presentare al pubbilico le più importanti specie utili alla salute ma anche all'agricoltura ed all'industria e di occuparsi della loro coltura e del loro sviluppo.
 
TOSCANA - GIARDINO DEI SEMPLICI
Con le sue origini quattrocentesche il Giardino dei Semplici di Firenze è il terzo più antico al mondo. Realizzato per volere di Cosimo I dei Medici, che prese in affitto il terreno dal Monastero di San Domenico in Cafaggio, era destinato a raccogliere e custodire piante medicinali, dette "Semplici", dalle quale prese il nome. Sotto la guida delle diverse direzioni che si susseguirono nel corso del tempo, il Giardino si arricchì di specie sempre nuove fino ad arrivare ad ospitare, a partire dal XVIII secolo, ricche collezioni di piante non soltanto medicinali, trasformandosi in un importante punto di riferimento in ambito scientifico oltre che in un interessante esempio di modernità
 
MARCHE - SELVA DI GALLIGANO
C'è un luogo alle porte di Ancona dove è ancora possibile ammirare un lembo relitto dell'antica vegetazione forestale autoctona delle colline subcostiere marchigiane. Si tratta della Selva di Gallignano, un ambiente prezioso che, non ha caso, ha meritato la tutela delle Istituzioni che lo hanno dichiarato "area floristica protetta" e riconosciuto come "emergenza botanico-vegetazionale di eccezionale interesse" oltre che "oasi faunistico-venatoria".
 
FRIULI VENEZIA GIULIA - CARSIANA
Adagiato in una dolina alle porte di Trieste, il Giardino Botanico Carsiana è un luogo davvero speciale che in un territorio circoscritto racchiude la vera essenza della natura del Carso. Il nome di questo splendido giardino non è affatto casuale. Il progetto dei suoi fondatori, che lo inaugurarono nel 1964, era, infatti, proprio quello di raccogliere, conservare e mostrare la flora e la vegetazione spontanea del Carso. Ognuna delle specie ospitate all'interno di questo bellissimo giardino vive nel proprio ambiente naturale regalando le suggestioni tipiche di questa terra.
 
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100