Cerca nel sito
ischia natura giardini parco idrotermale negombo itinerari

Ischia, natura e benessere al Parco del Negombo

Tutto il fascino di rigeneranti piscine idrotermali incastonate in un giardino botanico 

ischia piscina terme natura giardino
Courtesy of ©Facebook.com/negombo
Una delle piscine del Parco
Se c'è un elemento che identificala bella isola di Ischia e la rende una meta in grado di venire incontro alle più svariate esigenze, sono i suoi parchi idrotermali che sfruttano i benefici delle preziose acque locali e consentono di trovare piacevoli momenti di relax circondati da una cornice carica di fascino. Questi splendidi parchi, infatti, situati in diverse zone dell'isola, non sono soltanto dei normali stabilimenti termali in cui dedicarsi al benessere del corpo e dello spirito, ma si presentano come luoghi carichi di suggestione tutti da scoprire anche al di fuori delle trattamenti e delle immersioni nelle piscine termali. Alcuni di questi Parchi, come quello del Negombo a Lacco Ameno, sono circondati da rigogliosi giardini botanici ricchi di specie differenti che ben valgono una sosta ed una passeggiata a tu per tu con la natura.

Adagiato sulle pendici del Monte Epomeo ed affacciato sulla baia di San Montano, che ne ispirò il nome, il Parco Idrotermale del Negombo è un concentrato di sorprese. Il suo creatore, il duca Luigi Silvestro Camerino, infatti, giunto sull'isola nel 1946 ed ammirato dai benefici ricavati dall'immersione nelle acque termali e dalla bellezza degli scenari, decise di valorizzare questo luogo e dargli il nome di una baia del Ceylon con la quale aveva notato delle analogie nell'aspetto e nell'incanto del paesaggio. Fu così che nacque questo scenografico Parco Idrotermale che deve parte del suo assetto attuale all'intervento del paesaggista Ermanno Casasco. Il gusto e la maestria dell'esperto permisero di realizzare un giardino profondamente ancorato alla cultura del luogo, dove è possibile vivere doppiamente il contatto con la natura sia sfruttando i benefici delle acque che sgorgano a 40° dalle viscere dell'isola e vanno ad alimentare le 12 piscine che punteggiano il parco, sia passeggiando in un luogo ameno abbellito da piante provenienti da diverse parti del mondo e da eleganti installazioni.

Esplorando il giardino, infatti, si possono ammirare sculture di grande pregio come “Arc-en-ciel” di Arnaldo Pomodoro, “Strale per il Negombo” di Lucio del Pezzo,“Gli occhi di Nesti e di Neri” di Laura Panno e “Volo” di Giuseppe Maraniello, incastonate in un trionfo di piante lussureggianti fatte arrivare direttamente dall'Australia, dal Giappone, dal Sud Africa, dal Brasile, tra le quali si distinguono esemplari di Orbea variegata (Stapelia variegata), Hakea, Encephalartos, Macrozamia, Cycas media, Dasylirium, Erythrina, Schinus terebindifloria, un centenario Ficus magnolioides e spettacolari Eucaliptus ficifolia. E per completare una splendida esperienza a contatto con la storia e la natura dell'isola, l'appuntamento è presso la la necropoli dell'antica Pithecusa, uno dei più antichi stanziamenti greci d'Occidente. Attorno al 770 a.C., infatti, gli Eubei sbarcarono nella Baia di San Montano scegliendola come approdo sicuro per le loro navi che rimanevano ben protette dai venti e dalle mareggiate.

Leggi anche:
Primavera a Ischia: le escursioni imperdibili
Dolce e succoso: il limone (e il Limoncello) di Procida
Ischia, isola di cinema

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100