Cerca nel sito
Alberghi Diffusi Toscana Montagna Verde di Licciana Nardi 

In Toscana rivive il borgo di Anacarsi Nardi

Montagna Verde: nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano ospitalità diffusa tra gli edifici storici del Risorgimento italiano

Agriturismo Toscana
montagnaverde.it
Montagna Verde, la Torre prima della ristrutturazione
Una casa colonica, un allevamento di animali da cortile, giardini e tanto verde. Siamo nella campagna toscana, e più precisamente nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, dove la famiglia Maffei ha avuto il merito di portare al suo antico splendore il borgo che vide nascere l'eroe del Risorgimento al quale Licciana deve il suo nome: Anacarsi Nardi. Il patriota fu fucilato in Calabria nel 1844 con il gruppo dei fratelli Bandiera.
 
Oggi è una delle più complete esperienze agricole e agrituristiche della Lunigiana. Apella e l'ex monastero-agriturismo con il suggestivo campanile che si affaccia sulla vallata, sono presidio di tante eccellenze tipiche. Luca Maffei prepara specialità della cucina lunigianese tanto da essere considerato un punto di riferimento per le ricette della Valle del Tavero.
 
 
Circondati dai castagneti dell’Alta Toscana, Montagna Verde offre un paesaggio ancora intatto, dove la storia si unisce alla natura, in un’area riconosciuta da maggio 2015 Riserva MAB UNESCO. Grazie all’impegno di Mario Maffei, nel 1995 il monastero ha ritrovato il suo antico splendore, e oggi la sua imponenza si erge su oltre 600 ettari di riserva, nella quale effettuare escursioni a cavallo, trekking, e magari raccogliere frutti di stagione come fragoline di bosco, mirtilli, castagne e funghi. A questo si aggiungono gli incontri con gli animali dell’azienda come le mucche e le pecore allevate allo stato brado, in un’atmosfera bucolica che permetterà agli ospiti di conoscere lo spirito di un tempo e la genuinità offerta dalla struttura.
 
Leggi anche: PIU’ GIOVANI CON LA VINOTERAPIA (Stile.it)
 
L’Agriturismo Montagna Verde dispone di alloggi sia nel corpo centrale della Torre, che nel ristrutturato borgo medievale di Apella, a meno di 800 metri dal monastero, con appartamenti e camere, tutti dotati di servizi privati, recuperati secondo i criteri di edilizia sostenibile. In questi luoghi incontaminati è possibile visitare il laboratorio dove viene prodotto il miele, gli essiccatoi delle castagne, il bioparco e l’azienda agricola biologica. Ad accogliere gli ospiti, la cortesia della famiglia Maffei, che da sempre cerca di rendere saldo il binomio tra produzione propria e ristorante, garantendo un menu a km zero di altissima qualità.
 
 
Il posto ideale per chi desidera una vacanza tranquilla, a contatto con la natura, la storia e il buon cibo, in una posizione strategica invidiabile: pochi chilometri di distanza dal Parco dei Cento Laghi e dal favoloso mare delle Cinque Terre e del Golfo dei Poeti, così come dalle bianche spiagge della Versilia, a meno di un’ora di macchina da Lucca, Pisa e Genova.
 
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100