Cerca nel sito
aspromonte fauna calabria natura itinerari

Aspromonte, avvistamenti sorprendenti

Nell'area protetta sono state fotografate creature rare tra cui l'Averla mascherata

Aspromonte, calabria<br>
 Cecilia Martino / Nexta
Cime dell'Aspromonte viste dalla costa jonica dei gelsomini - Reggio Calabria
Gli scenari incontaminati che custodiscono habitat ed ecosistemi pressochè intatti, l'impegno dell'Ente di Gestione che si occupa incessantemente di preservare la bellezza dei paesaggi e la sopravvivenza della flora e della fauna locali, le numerose iniziative volte ad approfondire ogni aspetto delle creature che popolano l'area protetta (primo su tutti il recente studio sui pipistrelli) fanno dell'Aspromonte un vero e proprio scrigno di biodiversità, un luogo dalla natura speciale in grado di stupire ogni giorno con nuove sorprese. Una delle più recenti è l'avvistamento della rara Averla mascherata un uccello che, dal secolo scorso, non era stato più avvistato ufficialmente nel nostro Paese. L'ultimo avvistamento in Sicilia, infatti, risalente ad epoche più recenti, non era stato riconosciuto dalle organizzazioni scientifiche preposte alla verifica delle rarità a causa della scarsa documentazione presentata a corredo.

Autori della scoperta, gli esperti della Stazione Ornitologica Calabrese (StOrCal) Angelo Scuderi e Mario Pucci che, nel corso della attività di monitoraggio della migrazione dei rapaci, hanno immortalato il raro passeriforme. Il passaggio di questa specie sul terrtorio del Parco dell'Aspromonte ne conferma ancora una volta le enormi potenzialità quale serbatoio attrattore di biodiveristà e testimonia la buona qualità complessiva degli ambienti dell'Area Protetta.

L'Averla mascherata (lanius nubicus) è un passeriforme predatore di micrommamiferi, uccelli e rettili diffuso tra Turchia, Cipro, Israele, Siria ed Iran. Nidifica, inoltre, anche in Grecia e sverna in Africa. Il suo avvistamento in zone lontane da quelle di maggiore diffusione è dovuto agli spostamenti migratori stagionali effettuati dalla specie. Quello fotograto sul territorio dell'Aspromonte è un individuo adulto e non si tratta dell'unica creatura rara recentemente avvistata sul territorio. Numerose segnalazioni, infatti, hanno riportato informazioni circa la presenza del Capriolo sul territorio. E la fototrappola installata nel Parco è riuscita a catturare l'immagine di un magnifico Gatto selvatico.

Leggi anche:
Caccuri, in Calabria un borgo da favola
Crotone, porte aperte alla Magna Grecia
La Calabria di Gente di Mare
Il caviale “di fuoco”
Calabria: dalla Sila il gusto caro a Ippocrate
Calabria: a Rossano secoli di liquirizia

CONSIGLI PER IL WEEKEND
PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per distretto Aspromonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100