Cerca nel sito
po e collina torino tour escursioni trekking natura 

5 modi di vivere la Collina Torinese

Le Aree Protette alle porte della città invitano i visitatori a scoprire un territorio ricco di fascino in cui uomo e natura hanno creato paesaggi ed opere meravigliose

monviso superga basilica collina montagne natura torino
Courtesyof ©Aree protette Po e Collina Torinese/Parks.it
Unaveduta di Superga e del Monviso
Non tutte le città possono vantare dintorni verdeggianti e ricchi di preziose testimonianze architettoniche da scoprire passeggiando e lasciandosi avvolgere dai colori e dai profumi delle stagioni. Torino è proprio una di queste città ed il bellissimo capoluogo piemontese invita i suoi visitatori a scoprirlo in una veste insolita che si allontana dal contesto urbano per concentrarsi sulle bellezze paesaggistiche, senza perdere di vista la lunga storia che lo contraddistingue. Basterà scoprire le bellissime Aree Protette del Po e della Collina Torinese per rendersi conto di come l'uomo e la natura hanno saputo interagire creando un territorio ricco di fascino che si spinge fino alle province di Cuneo e Vercelli. Si tratta di un insieme di Aree Protette istituite allo scopo di valorizzare l'ambiente urbanizzato e, allo stesso tempo, fornire l'opportunità a cittadini e turisti di concedersi interessanti giornate all'aria aperta. Ecco 5 modi per vivere questo magnifico Parco durante la stagione autunnale.

1. VEDERE L'INVISIBILE. PAESAGGI UMANI E SOCIALI DI COLLINAPO
In occasione della candidatura dell'area torinese a Uomo e Biosfera MAB UNESCO l'Ente di gestione ha organizzato un'interessante iniziativa in programma per domenica 8 novembre che, a suon di spettacoli di intrattenimento a sfondo artistico e culturale, metterà in luce in maniera gradevole ed interessante i più interessanti aspetti storici ed ambientali del Parco.

2. CAMMINATA ATTORNO A SUPERGA TRA I COLORI D'AUTUNNO
Nella stessa giornata la Collina di Superga e la sua basilica sono le protagonista di un'escursione ricca di fascino a caccia dei colori dell'autunno. Si può scegliere tra due itinerari, uno con partenza e arrivo alla Basilica, facilmente raggiungibile in auto o con la ferrovia a cremagliera, che si snoda lungo un percorso di 8,5 chilometri distribuiti su un dislivello di 150 metri, ed uno con partenza ed arrivo a Sassi, presso la stazione a valle della dentiera che si sviluppa, invece, in un percorso di 15 chilometri distribuiti su un dislivello di 550 metri.

3. MOSTRA FOTOGRAFICA SPIRI-TO-ART: PAESAGGI UMANI E SOCIALI DEL SUPERGA PARK TOUR
I vissuti antropici, sacri e spirituali, del paesaggio naturalistico torinese vengono analizzati attraverso le immagini di Gerry Di Fonzo e Andrea Caliendo che forniscono una prospettiva interessante del rapporto tra l'uomo, l'ambiente urbanizzato e la natura della Collina di Superga. L'esposizione prende il via domenica 8 novembre, con una coinvolgente inaugurazione a suon di musica con il concerto del Duo Sonido e lo spettacolo coreutico Etnotango, per protrarsi sino a lunedì 16 giugno.

4. ITINERARIO TRA I BOSCHI DEL VERSANTE OVEST DI SUPERGA
Anche chi preferisce esplorare il Parco autonomamente può lasciarsi avvolgere dai caldi colori dei boschi autunnali seguendo un affascinante itinerario che da Sassi giunge sino a Superga attraversando affascinanti distese di castagni e suggestivi sentieri tra i quali fanno capolino magnifici edifici storici, tra cui si distinguono la Chiesa Parrocchiale di Sassi, numerose ville, come Villa Teadi e Villa Nasi-Camerana, il Tron oltre, naturalmente, alla bellissima Basilica di Sperga.

5. SENTIERO DEGLI ALBERI
Una piacevole passeggiata tra gli alberi permette di scoprire le numerose specie arboree che punteggiano queste colline. Partendo dalla strada panoramica del Monte Amon, che offre una splendida visuale sulla Basilica di Superga, ci si inoltra nel bosco e ci si imbatte dapprima in magnifici esemplari di rovere e roverelle, e poi in bellissimi pioppi bianchi, saliconi e farnie, i leggendari alberi sacri ai Celti, per poi lasciarsi incantare, infine, dai faggi dalla grigia corteccia e dalle conifere.

Leggi anche:
Torino: 4 idee per uno spettacolare weekend
Il Parco di Stupinigi lungo le Rotte del Re
Piemonte: al Parco la Mandria è già Expo


CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100