Cerca nel sito
Italia oli dop veneto colli euganei e berici

Veneto: l'oro giallo dei Colli Euganei e Berici

VIE DELL'OLIO - In pochi sanno che tra le colline intorno Vicenza nasce uno degli oli d'oliva migliori d'Italia, che valorizza sapore e odore dei cibi.

Colli Berici olivi
©olibea.it
LE VIE DELL’OLIO SU TURISMO.IT

I Colli Berici, con il Colle di Lovertino che rappresenta la continuazione dei vicini Colli Euganei, è un gruppo di rilievi collinare su cui sorge Vicenza. La buona esposizione e la protezione dalle correnti fredde hanno favorito in questa zona la produzione di olio, tra cui la Dop Colli Euganei e Berici.

LA TRADIZIONE. Furono i coloni romani a portare l’olivo in Veneto. La qualità dell'olio di questa regione e le sue proprietà organolettiche sono riportate in opere letterarie del secolo scorso, mentre la tipicità del prodotto è ribadita già dal 1500. L’olivo, però, non è mai stato considerato solo un albero da frutto e l’olio non è mai stato un semplice condimento, ma utilizzato come medicina, unguento, combustibile e fonte di luce. Si diffonde nella regione anche per scopi liturgici, soprattutto nelle proprietà dei vescovi di Vicenza e Verona. Si deve ai Veneziani l’espansione della coltura dell’olivo sulle colline Beriche ed Euganee, prima di un abbandono progressivo della coltivazione dovuto al susseguirsi di ben tre carestie. La situazione di decadenza continua fino agli anni Cinquanta del Novecento, momento in cui si assiste ad una rinascita di interesse per la coltura nei Berici.

LA DENOMINAZIONE. Il raggiungimento della denominazione di origine protetta, ottenuto nel 2005, si riferisce all'olio prodotto in quella particolare zona collinare del Veneto in cui viene coltivato e prodotto.

LE CARATTERISTICHE
. Si presenta con un colore verde-oro da intenso a marcato, odore fruttato di varia intensità, sapore fruttato con leggera sensazione di amaro a denominazione di origine protetta. Viene ottenuto dalle varietà di olivo, presenti, da sole o congiuntamente, Leccino e Rasara per almeno il 50%; Frantoio, Maurino, Pendolino, Marzemino, Riondella, Trep o Drop, Matosso in misura non superiore al 50%. Possono concorrere altre varietà sperimentali presenti negli oliveti in misura non superiore al 10% . La raccolta delle olive deve essere effettuata a mano o con mezzi meccanici entro il 15 gennaio di ogni anno e deve avvenire direttamente dalla pianta. La molitura, a freddo, avviene con mezzi esclusivamente meccanici ed entro le 48 ore successive alla raccolta. Per l'estrazione dell'olio extravergine di oliva sono ammessi soltanto i processi meccanici e fisici atti a garantire l'ottenimento di oli senza alcuna alterazione delle caratteristiche qualitative contenute nel frutto.

IL TERRITORIO. La zona di produzione del Colli Euganei e Berici è quella di Padova e Vicenza e comprende l'intero territorio amministrativo dei seguenti comuni: Arzignano, Montorsi Vicentino, Zermeghedo, Montebello Vicentino, Gambellara, Lonigo, Castelgomberto, Sovizzo, Montecchio Maggiore, Brendola, Sarego, Alonte, Creazzo, Altavilla Vicentina, Zovencedo, Grancona, Villaga, S. Germano dei Berici, Orgiano, Sossano, Campiglia dei Berici, Vicenza, Arcugnano, Longare, Castegnero, Nanto, Mossano, Barbarano Vicentino, Rovolon, Vò Euganeo, Lozzo Atestino, Teolo, Cinto Euganeo, Baone, Este, Torreglia, Galzignago Terme, Arquà Petrarca, Monselice, Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme. Da questo territorio provengono altri prodotti tipici tra cui vini come Cabernet dei Colli Berici, Pinot Bianco, Sauvignon e Tocai Rosso; il tartufo nero estivo scorsone, impiegato nella gastronomia vicentina, piselli, formaggi e il noto prosciutto dop berico.

LA PRODUZIONE. La produzione massima non può superare i Kg.7000 per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 18%. E’ stata creata una cooperativa che attualmente ha 20 olivicoltori, poi è nato il consorzio che comprende sempre gli stessi 20 imprenditori. Ognuno fa il suo olio e lo mette nei fusti che vengono sigillati prima del servizio che controlla e analizza la qualità. Solo allora i migliori vengono selezionati per poi essere venduti.

LA CULTURA. Vicenza e Padova, due gioielli del Veneto. Passeggiando per Vicenza si nota l’influenza romana, attestata dal fastoso teatro di Berga, l’acquedotto di Lobia, i mosaici, il cripto-portico del Duomo ed altri resti archeologici. Un periodo di grande splendore artistico e prosperità economica è quello tra il XV e il XVI secolo, grazie anche ad artisti del calibro di Andrea Palladio e di Giangiorgio Trissino. Padova è chiamata anche Città dei portici, quella parte di stampo medievale di cui rimangono testimonianza le antiche porte, le mura e i bastioni; Città degli affreschi, con il ciclo pittorico di Giotto alla Cappella degli Scrovegni, di Giusto de’ Menabuoi al Battistero del Duomo, di Andrea Mantegna alla Chiesa degli Eremitani o con capolavori come gli Angeli del Guariento; Città d'acque, per i suoi canali e per la navigazione fluviale turistica; Città verde, poiché è situata ai piedi del parco Regionale dei Colli Euganei e Città dello shopping, con vetro artistico, antiquariato, antiche stampe e le più importanti firme della moda.

LA CUCINA. La proprietà principale dell’olio Colli Euganei e Berici è quella di valorizzare sapore e odore dei cibi. Essendo molto leggero è ideale utilizzato a crudo, per insalate, pasta e fagioli, sul baccalà, sulla bruschetta, su ortaggi bolliti e grigliate di pesce.

COLLI EUGANEI BERICI E DINTORNI: LE FOTO


ALTRE DOP IN VENETO:
GARDA
VENETO VOLPICELLA

Leggi anche:
Sicilia, otto modi per dire Dop
Saperne di più su LE VIE DELL'OLIO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100