Cerca nel sito
Mirò a Torino mostra date proroga 

Torino, prorogata mostra su Mirò

A Palazzo Chiablese visitabili fino al 4 febbraio 130 opere dell'artista

Joan Miró
© Successió Miró by SIAE 2017
Joan Miró - Untitled, 1975-77  
Continua a Torino il viaggio nell’appassionante mondo di Miró, grazie alla decisione degli organizzatori di prorogare la mostra  Miró! Sogno e colore che presenta la produzione degli ultimi trent’anni della vita dell'artista. Si tratta di un periodo indissolubilmente legato all'isola di Palma di Maiorca dove, negli anni Sessanta e Settanta, Mirò si dedica a temi prediletti come donne, uccelli e paesaggi monocromi. Trasgressivo, anticonformista e selvaggio, l’artista catalano per tutta la vita ha affiancato alla sua anima più contemplativa una poetica unica tra sogno e colore, così da sfuggire alla banalità e al convenzionalismo, dando vita a un linguaggio artistico universale ma allo stesso tempo unico e personale.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Pilar Baos Rodríguez l'esposizione mette in scena 130 opere, quasi tutti olii di grande formato, ampiamente rappresentative della raccolta della Fundació Pilar i Joan Miró e realizzate durante l’ultimo ciclo creativo dell’artista, quello più dinamico e innovativo seppur meno conosciuto. La mostra articolata in 5 sezioni prende le mosse dall’idea che l’artista aveva della propria opera: una sorta di monologo interiore e, al tempo stesso, un dialogo con il pubblico. Grazie ad un linguaggio artistico universale e una poetica irripetibile, le opere in mostra mettono in evidenza come in Miró fosse forte il senso di appartenenza e di fusione alla sua terra, Maiorca, dove concretizzò un grande desiderio, ovvero di poter creare in un ampio spazio tutto suo, uno studio dove lavorare protetto dal silenzio e dalla pace che solo la natura poteva offrirgli. Uno studio unico che viene ricostruito scenograficamente all’interno degli spazi di Palazzo Chiablese con gli oggetti originali.
 
DA NON PERDERE
 
Tra i capolavori del percorso espositivo segnaliamo i celebri Femme au clair de lune (1966), Oiseaux (1973) e Femme dans la rue (1973). Non mancano i lavori degli ultimi anni della sua produzione, quelli della pittura materica, fatti con le dita e dal colore steso con i pugni spalmando gli impasti su compensato, cartone e materiali di riciclo. E ancora le sculture, frutto delle sperimentazioni che fece con diversi materiali, collage e “dipinti-oggetto”. Ricordiamo infatti che l'opera di Joan Miró ha aperto la strada a una nuova concezione della pittura basata su un linguaggio visivo, fisico e materico, e su codici pittorici innovativi che portarono un importante cambiamento nella pratica artistica contemporanea, dando una direzione nuova all’arte del XXI secolo e influenzando le generazioni successive di pittori, scultori e incisori in tutto il mondo.
 
Miró!  Sogno e colore 
Fino al 4 febbraio 2018
Luogo: Palazzo Chiablese, Torino
Info: 011 024301
Sito: www.mostramirotorino.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100