Cerca nel sito
Eco e Narciso, mostra, Roma

Eco e Narciso, a Roma da Caravaggio a Paolini

A Palazzo Barberini 37 opere da MAXXI e Gallerie Nazionali in 11 nuove sale

Paolini e Caravaggio
© Alberto Novelli
Paolini e Caravaggio nella Sala Ovale
In occasione dell’apertura di 11 nuove sale e della loro restituzione al pubblico Palazzo Barberini presenta un'interessante mostra a cura di Flaminia Gennari Santori e Bartolomeo Pietromarchi. Si tratta di Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini che unisce arte antica e arte contemporanea, con 37 opere di 25 artisti dalle collezioni delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini e del MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, in dialogo sul tema del ritratto e dell’autoritratto. Il titolo della mostra Eco e Narciso fa riferimento al mito raccontato nelle Metamorfosi  di Ovidio:  la ninfa Eco si consuma d’amore per Narciso che la respinge e che morirà annegato, punito dagli Dei,  nel tentativo di catturare la propria immagine di cui si era perdutamente innamorato. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo che evoca la figura dell’artista, allo stesso tempo Narciso ed Eco, condannato a inseguire un’immagine, un riflesso, un’illusione mette in scena 21 capolavori di Marco Benefial, Gianlorenzo Bernini, Bronzino, Caravaggio, Rosalba Carriera, Pietro da Cortona, Piero di Cosimo, Luca Giordano, Hans Holbein, Benedetto Luti, Raffaello, Guido Reni e Pierre Subleyras appartenenti alla collezione delle Gallerie Nazionali dialogano con 17 opere contemporanee di Stefano Arienti, Monica Bonvicini, Maria Lai, Shirin Neshat, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Yan Pei-Ming, Markus Schinwald, Richard Serra, Yinka Shonibare MBE, Kiki Smith, provenienti dal MAXXI. Presenti anche 3 opere realizzate per l’occasione da Bonvicini, Paolini e Shonibare. Ricordiamo che il confronto prosegue anche al MAXXI, dove vengono esposti “La Velata”, scultura settecentesca di Antonio Corradini, insieme a “VB74” di Vanessa Beecroft, immagine della performance realizzata al MAXXI nel 2014, per la prima volta visibile al pubblico.
 
DA NON PERDERE
 
Fra le stanze della mostra a Palazzo Barberini segnaliamo il Salone Ovale, dove campeggia il “Narciso” di Caravaggio raffigurante il bellissimo giovane perso nella sua immagine specchiata, opera guida della mostra. Alla solida oscurità che invade la tela, si oppone “Eco nel vuoto”, l’opera site specific di Giulio Paolini che, del mito, sottolinea l’aspetto dell’assenza e della solitudine. Nell'esposizione presente anche il “Nudo femminile di schiena” di Pierre Subleyras, uno dei primi dipinti di una donna nuda ritratta dal vivo che non sia rappresentata come una dea o un’allegoria, che viene accostato a “SBQR, netnude, gayscape, orsiitaliani, etc...”, ovvero i ritratti che Stefano Arienti ha dedicato a coppie gay reperite su internet, per lo più di una certa età, colti in posizioni molto intime. Entrambi i lavori giocano sul tema del voyeurismo, in cui lo spettatore viene messo dall’artista nella condizione di osservare di nascosto un’immagine solo apparentemente rubata.
 
Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali 
Fino al 28 ottobre 2018
Luogo: Gallerie Nazionali di Arte Antica - Palazzo Barberini, Roma  
Info: www.barberinicorsini.org 
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100