Cerca nel sito
Giotto, mostra, De Chirico, Catania

Da Giotto a de Chirico, i “Tesori nascosti” a Catania

A Castello Ursino esposti capolavori nascosti dell'arte italiana da Giotto a De Chirico

Mattia Preti
Ufficio Stampa Alfio Grasso
Mattia Preti - Il Ritorno Del Figliol Prodigo, 1640-1645
S'intitola “Da Giotto a de Chirico - I Tesori nascosti” ed è la naturale estensione della straordinaria mostra “Il Tesoro d’Italia” svoltasi all’Esposizione Universale di Milano del 2015. Il progetto espositivo curato da Vittorio Sgarbi si pone l’obiettivo di  raccontare attraverso preziosi tesori appartenenti a collezioni private, banche e fondazioni quindi fuori dal circuito museale lo svolgimento della storia dell’arte italiana, da Giotto a Giorgio de Chirico. In un arco temporale di oltre sette secoli, dalla fine del Duecento alla metà del Novecento il percorso espositivo dà conto dell’evoluzione degli stili, delle correnti e degli snodi fondamentali della storia dell’arte italiana.
 
PERCHE' ANDARE
 
L’esposizione raccoglie oltre cento opere che offrono altresì al visitatore un’ampia panoramica sui soggetti affrontati dagli artisti, da quello sacro alle raffigurazioni allegoriche e mitologiche, dal genere del ritratto a quelli del paesaggio e della natura morta. Il percorso espositivo si apre con la “Madonna” di Giotto e due teste muliebri marmoree, prime sculture “italiane” riferite a un maestro federiciano della metà del Duecento e prosegue con capolavori come la “Madonna in trono con il Bambino” di Antonello de Saliba del 1497, la “Vergine Maria” di Paolo Veronese (1565-1570), la “Maddalena addolorata” di Caravaggio, “Ercole e Onfale” di Giovanni Francesco Guerrieri del 1618  “Santa Caterina da Siena adora il Crocifisso” di Giovanni Battista Caracciolo.
 
DA NON PERDERE
 
Presenti in mostra anche Jusepe Ribera, Mattia Preti e Guido Cagnacci. Tra i capolavori della pittura del Settecento e dell'Ottocento in esposizione alcune opere di Ignazio Stella, Domenico Morelli  e  Francesco Lojacono, mentre fra i dipinti dei celebri maestri del '900 segnaliamo “Il vecchio padre” di Antonio Mancini, “Il vaso giapponese” di Camillo Innocenti, “Interno con vaso di fiori” di Filippo de Pisis, “I Bagni misteriosi” di Giorgio de Chirico e “Damigiana e bottacino” di Renato Guttuso. 
 
Da Giotto a de Chirico - I Tesori nascosti
Fino al 20 maggio 2018
Luogo: Castello Ursino, Catania
Info: 366 8708671 
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100