Cerca nel sito
Carlo Bononi, mostra, Ferrara

Carlo Bononi e il Seicento a Ferrara

A Palazzo dei Diamanti si riscopre l'opera di Carlo Bononi con i suoi capolavori

Carlo Bononi 
StudioEsseci
Carlo Bononi – Sibilla, 1610 circa
I capolavori del pittore seicentesco Carlo Bononi sono riuniti per la prima volta in una grande mostra allestita fino al 7 gennaio a Palazzo dei Diamanti. Per secoli Bononi, è rimasto in ombra, ma una lenta operazione di recupero critico ha progressivamente messo a fuoco la figura di un artista unico, che seppe interpretare in modo sublime e intimamente partecipato la tensione religiosa del suo tempo. Pittore di grandi cicli decorativi sacri e di pale d’altare, Bononi elabora un linguaggio pittorico che pone al centro l’emozione, il rapporto intimo e sentimentale tra le figure dipinte e l’osservatore. Negli anni drammatici dei contrasti religiosi, dei terremoti e delle pestilenze, il sapiente uso della luce e il magistrale ricorso alla teatralità fanno di lui uno dei primi pittori barocchi della penisola.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Giovanni Sassu e Francesca Cappelletti, la rassegna Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese prende le mosse dal suo esordio come pittore avvenuto attorno al 1605 e prosegue con il racconto della  piena affermazione dell'artista sulla scena emiliana. La mostra mette poi in evidenza come Bononi fu anche un grande naturalista: nelle sue opere il sacro dialoga con il quotidiano. Tele come “ il Miracolo di Soriano” o “ l’Angelo custode” mostrano quanto sentita fosse per l’artista la necessità di calare il racconto religioso nella realtà, incarnando santi e madonne in persone reali e concretamente riconoscibili. Il percorso prosegue con una sezione dedicata ai dipinti di piccola dimensione un percorso diacronico che svelerà ai visitatori un Bononi splendido colorista in ambito sacro o creatore di forme profane tanto minute quanto possenti.
 
DA NON PERDERE
 
Fra le sette sezioni della mostra merita perticolare attenzione quella intitolata “Il Misticismo del Nudo” che descrive l’attività, intensa e vorticosa, della prima metà degli anni Venti. È in questo frangente che Bononi mette a punto una formula espressiva che unisce l’interesse per Correggio con la visione delle opere più classiciste di Guido Reni, coniugando con miracoloso equilibrio la sensualità del nudo maschile con le esigenze rappresentative dell’Italia ancora controriformista di inizio Seicento: i suoi martiri e i suoi santi sono dipinti con perfezione potente e, al contempo, suadente, ma senza alcun gusto voyeuristico.
 
CARLO BONONI. L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese
Fino al 7 gennaio 2018
Luogo: Palazzo dei Diamanti, Ferrara
Info: 0532 244949
Sito: www.palazzodiamanti.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100