Cerca nel sito
Gallipoli
E' una perla nelle acque azzurre dello Jonio, un'antica città di pescatori e marinai. Offre spiagge "tropicali", importanti monumenti, e tanta vita notturna. A prima vista viene in mente Mauritius, o le isole Bahamas e, invece, sono le coste frastagliate, le bellissime spiagge e il mare trasparente di Gallipoli, nella nostra Puglia. La città "bella" (dal greco antico "kalè polis") è giustamente conosciuta come una delle meraviglie del Mediterraneo. Il suo nucleo storico è tutto su un'isola, collegata alla terraferma da un ponte sorretto da 12 arcate costruito nel Cinquecento. Oltre il ponte c'è la parte più nuova, chiamata "borgo". Per la sua posizione strategica, spesso Gallipoli, baluardo insieme ad Otranto della resistenza contro i Turchi, è stata oggetto di dominazioni straniere. I numerosi edifici che la ornano ne sono orgogliosi testimoni. Al centro si erge splendida la Cattedrale di Sant'Agata in Barocco Leccese, ricca di dipinti d'epoca. Da non perdere è la Fontana Greco-Romana, considerata tra le più antiche d'Italia, in pietra dura di Corinto, che ha visto nel tempo l'aggiunta di parti realizzate in calcare morbido o col caratteristico "tufo carparo" di Gallipoli. Di particolare interesse sono i bassorilievi che raffigurano scene mitologiche. Si racconta che nel corso del tempo sia stata cambiata di posto per ben tre volte. Bellissimi sono i Palazzi antichi del centro storico e le Chiese, come quella "della Purità" e quella "della Madonna del Rosario", risalenti ai secoli XVI e XVIII, caratterizzati da decorazioni che vedono l'alternarsi di pietra leccese, "tufo carparo" e maiolica. Imponente è il Castello Angioino, bagnato direttamente dal mare, costruito nel 1281 ad opera di Carlo I D'Angiò, a protezione dagli attacchi nemici. A nord di Gallipoli, a quasi un miglio dalla terraferma, sull'isola di Sant'Andrea, che prende il nome da un'antica cappella che vi sorgeva, si erge un Faro costruito nel 1866 per aiutare i pescatori durante le tempeste. La città, del resto, è famosa per il porto, che è stato uno dei più importanti del Mediterraneo, per i frantoi storici davvero ben conservati, per il mercato del pesce. Le stradine sono invase da profumi che ti invogliano a gustare le specialità del luogo. Per gustare un prodotto tipico bisogna assolutamente assaggiare la frisa bagnata; si tratta di una ciambella con buco stretto fatta di farina integrale o bianca, cotta al forno, che si condisce con olio, origano, sale, pomodoro, facoltativa l'aggiunta di cipolla. E poi naturalmente i piatti a base di pesce, da comprare sul molo. E' bello scoprire Gallipoli, con la sua vegetazione a tinte forti, ricca dei profumi del mirto, del ginepro, del rosmarino, magari in bicicletta o con escursioni a cavallo. Uno degli itinerari più belli porta, attraverso la macchia mediterranea, alla "Punta della Suina" passando per l'incantevole promontorio di "Torre Pizzo". E poi c'è la città by night, ricca di locali, discoteche e live-pub, ma anche di numerosi eventi culturali ed enogastronomici tra concerti, fiere e sagre. 
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100