Cerca nel sito
Siria Damasco Aleppo Scoperta Storia

Siria, ritrovata un’antica rete di fortificazioni militari

Risale al II millennio a.C. la scoperta avvenuta nel Nord del Paese. 

Damasco, Siria
©iStock
Damasco, Siria
PERCHE' SE NE PARLA 
Una rete di fortificazioni militari risalente all’Età del Bronzo Medio (II millennio  a.C.) è stata scoperta nel Nord della Siria durante una missione archeologica franco-siriana, grazie alle immagini aeree e satellitari. Comprensiva di fortezze, recinti e torri, serviva a proteggere le aree urbane e le terre circostanti, ed è la più estesa finora ritrovata. Lo studio è stata pubblicato sulla rivista Paléorient il 19 dicembre 2017.

La regione esplorata dalla missione si trova a est della città di Hama e si estende per 7.000 kmq. “È la prima volta che viene riportato alla luce un sistema fortificato di tali dimensioni. Questa struttura corre lungo il rilievo che domina la steppa della Siria centrale e proteggeva gli insediamenti e le terre più ricche durante l’Età del Bronzo Medio”, sostengono i ricercatori. 

PERCHE’ ANDARCI 
Sei i siti UNESCO della Siria: la città antica di Aleppo, le città di Bosra e Damasco, le "Città dimenticate" o Antichi villaggi della Siria settentrionale, Krak dei Cavalieri, la Cittadella del Saladino e la Old City di Palmira. Dodici altri siti presentati all'UNESCO sono inserito in un elenco provvisorio dell'organizzazione. Si tratta di Noréas de Hama, Ugarit (Tell Shamra), Ebla (Tell Mardikh), Mari (città) (Tell Hariri), Dura Europos, Apamea (Afamia), Qasr al-Hayr al-Sharqi, Ma'lula, Tartus, l'île d'Arados/Arwad e due siti della valle dell'Eufrate. 
 
DA NON PERDERE 
Tra i siti più gettonati della Siria, tanti ovviamente quelli che si trovano a Damasco. Parliamo della Grande Moschea degli Omayyadi, del Palazzo Azm, del Mausoleo di Saladino, del Museo Nazionale e della Old City. Nel resto della Siria da non perdere anche Aleppo, con la sua Cittadella, la Old City e con la Dead City of Serjilla. Da scoprire anche l’antico sito di Palmira e il suo Teatro Romano, nonché Homs con il suo castello.
 
PERCHE’ NON ANDARCI 
Il turismo in Siria, a partire dallo scoppio della guerra civile siriana e alla crisi dei rifugiati ad essa collegata, si è drasticamente ridotto. Nonostante tesori inestimabili quali Damasco e Aleppo. Il turista, inoltre, è particolarmente esposto ad azioni ricollegabili al fenomeno del terrorismo internazionale. Elevatissimo il rischio di rapimenti, attentati e violenze in tutto il Paese. Anche nella Capitale.
 
COSA NON COMPRARE
Dai piccoli cammelli decorati a mano alle sciarpe, dai piatti in ceramica alle calamite che riproducono i siti turistici più famosi. E poi ci sono anche le bottiglie con la sabbia “disegnata”: tanto belle quanto fragili.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Siria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100