Cerca nel sito
Campania Pompei Sito archeologico

Pompei, riapre la casa dei Vettii

Il premier Gentiloni ha inaugurato non solo la riapertura di parte della Casa dei Vettii, ma anche la messa in sicurezza dell’intera  Regio VI

Pompei
©iStock
Pompei
PERCHE' SE NE PARLA Un momento storico per il sito archeologico di Pompei: è stata riaperta, dopo circa 10 anni, la casa dei Vettii. Presenti anche il neo presidente del consiglio Paolo Gentiloni e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini. Il premier ha inaugurato non solo la riapertura di parte della Casa dei Vettii, ma anche la messa in sicurezza dell’intera  Regio VI, nell’ambito del Grande Progetto Pompei. La città campana supererà quest'anno i 3,2 milioni di visitatori, raggiungendo il record storico di turisti all'interno degli scavi.
 
PERCHE' ANDARCI Pompei ha delle origini antichissime ed è considerata una delle maggiori e più significative testimonianze della civiltà romana. In origine sorgeva su di un contrafforte di circa 40 metri, nata in epoca preistorica in seguito ad una colata lavica emessa dal vicino Vesuvio. Gli scavi della città, iniziati nel 1748, hanno riportato alla luce un sito archeologico entrato a far parte della lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1997, e che è il secondo monumento italiano per visite dopo il sistema museale del Colosseo, Foro Romano e Palatino.
 
DA NON PERDERE Tra le tante tappe da non perdere, menzioniamo il Teatro che, costruito nel II sec a.C., poteva accogliere circa 5mila spettatori; il Foro, che racconta la vita pubblica di un cittadino dell'epoca; la Casa del Fauno, la più grande di Pompei, con un’estensione di quasi 3mila mq; l’Orto dei fuggiaschi, con i calchi dei corpi delle vittime dell'eruzione; il Lupanare, che rappresenta il lato più privato dei romani; l’Anfiteatro, che dava un posto a 20mila spettatori.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Un sito che va assolutamente visto, prima o poi. Un'area con tante potenzialità, che ci invidia tutto il mondo, ma che viene troppo spesso considerato più un problema che una risorsa. Dai crolli alle cattive gestioni, è davvero tanta la strada da fare...
 
COSA NON COMPRARE Tantissime le imitazioni di riproduzioni di statue e monumenti risalenti al periodo romano. Ma attenzione alle truffe, spesso questi souvenir non sono di qualità: meglio rifornirsi nei negozi ufficiali.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100