Cerca nel sito
Barack Obama Giamaica Bob Marley Kingston

Obama in Giamaica sulle note di Bob Marley

Il presidente degli Stati Uniti ha visitato il museo del cantante, di cui afferma di avere tutti i dischi…

Giamaica, mare, spiagge
Courtesy of ©istockphoto
Giamaica
PERCHE’ SE NE PARLA Barack Obama è sbarcato in Giamaica. Quello che dovrebbe essere un importante viaggio per la politica tra i due Paesi, è partito con il piede giusto: quello musicale. Il presidente degli Stati Uniti ha, infatti, visitato il museo di Kingston dedicato a Bob Marley, di cui afferma di avere tutti i dischi. Barack ha così potuto vedere alcuni degli oggetti più famosi di Marley, che avrebbe compiuto 70 anni a febbraio e che continua a essere la figura che più rappresenta la Jamaica in tutto il mondo.
 
PERCHE’ ANDARCI Nell’ultimo decennio la Giamaica è diventata una delle più importanti destinazioni turistiche dei Caraibi. E come potrebbe essere altrimenti, con questi grandi panorami della natura, con le Montagne Blu, gli storici edifici del periodo coloniale, la possibilità di accamparsi sulla sommità di una falesia corallina, il divertimento delle feste tradizionali, magari a base di tre “R”, ossia reggae, reefer (spinello) e rum. Ma la Giamaica, oltre a tanta bellezza e a tanta tradizione, nasconde un lato che non deve essere assolutamente trascurato: quello di un Paese che cerca una stabilità e non la trova.

DA NON PERDERE Se volete dedicare una giornata al mito della musica mondiale, prendete il Zion Bus Line, facente parte dello Zion Bus Tour, per compiere itinerario che, percorrendo strade strette e tortuose, vi porta fino alla frazione rurale di Nine Mile, dove nacque Bob Marley, e dove è stato sepolto insieme alla sua chitarra. Da non perdere il letto singolo sito nella Marley House reso famoso dalla canzone Is this Love?. Inoltre, a Kingstone, c'è da vedere la grande Devon House, la King's House, il National Heroes Park e il Sir William Grant Park.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Criminalità organizzata e prostituzione minorile sono alcune delle due principali piaghe del Paese, che raggiungono qui tassi molto alti. Il traffico di esseri umani fa paura, e qui si ha anche uno dei più alti tassi di omicidi dell’area caraibica. 
 
COSA NON COMPRARE La bandiera la trovate un po’ in tutte le salse. Un po’ come la foglia di “maria”. Se volete comprare qualcosa di originale, evitate questi simboli e puntate a collane, sculture intagliate nel legno, ceste di vimini e tamburi di legno. Che fanno la loro porca figura.
 
*****AVVISO AI LETTORI****** 
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Messico
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100