Cerca nel sito
Egitto nuove scoperte Luxor tomba mummie

L'Egitto stupisce ancora: 8 mummie di 3000 anni fa

Nei pressi di Luxor e della Valle dei Re un nuovo tesoro è venuto alla luce

Valle dei re egitto
istockphotos
Tempio di Hatshepsut nella Valle dei Re
PERCHE’ SE NE PARLA
L’Egitto non smetterà mai di sorprendere. La sua storia non è stata del tutto raccontata, i suoi tesori dissotterrati, i suoi misteri svelati. Quello che gli antichi egizi hanno lasciato in eredità all’epoca contemporanea è un tesoro di inestimabile valore. Uno scrigno magico che continua ad offrire meraviglie ogni volta che lo si apre. Ancora una volta, dopo due recentissime scoperte (una preziosa statua in alabastro e una nuova piramide) la terra dei Faraoni sbalordisce gli archeologi e gli appassionati. Vicino a Luxor è stata ritrovata una tomba risalente a 3.000 anni fa. Contenente ben 8 mummie, 10 sarcofagi, e centinaia di oggetti di artigianato, fra cui oltre 1000 statuette funerarie. E gli scavi non sono ancora conclusi. Un vero tesoro, che ancora gli studiosi stanno catalogando. La tomba è stata rinvenuta vicino alla celebre Valle dei Re, nei pressi della necropoli di Dra Abu el-Naga. Dalle prime ricostruzioni, apparterrebbe ad un giudice della 21esima dinastia.
 
PERCHE’ ANDARE
Luxor è una vera El Dorado per gli appassionati di egittologia. I mastodontici templi di Karnak con le enormi colonne fittamente decorate di geroglifici, il viale di sfingi, i cortili, le sale, le statue dei faraoni sono una delle più incredibili location al mondo. A pochi chilometri dall’ex capitale del regno, all’epoca nota come Tebe, si trova la mitologica Valle dei Re, una serie di tombe scavate nella roccia gialla del deserto, che sono state celate all’uomo moderno per secoli. Nonostante i saccheggi in epoche passate, ancora oggi le tombe offrono uno spettacolare accesso ad un mondo funerario di incomparabile fascino.
 
DA NON PERDERE
La tomba di Tutankhamon è diventata la più famosa, soprattutto a causa della supposta maledizione, ma non è l’unica che vale la pena di visitare una volta giunti alla Valle dei Re. E’ qui anche la tomba di Ramses II, il più importante faraone egiziano dal punto di vista dello sviluppo dell’impero. Sono ben 65 le camere funebri finora scoperte, non tutte visitabili. La location è particolarissima, dato che ci si addentra nella roccia desertica attraverso stretti tunnel e passaggi che portano a stanze meravigliosamente decorate. Un must di una visita in Egitto.
 
PERCHE’ NON ANDARE
Il caldo può essere davvero insopportabile. Visitare i templi sotto il sole cocente, addentrarsi nel cuore delle montagne nel deserto, può essere un’esperienza che mette a dura prova la voglia di scoprire le meraviglie dell’Egitto. Munitevi di acqua e abbondanti sali minerali prima di avventurarvi tra Luxor e Valle dei Re. 
 
COSA NON COMPRARE
Come in tutto l’Egitto, fioccano le cianfrusaglie di dubbia origine a forma di sfingi e faraoni. Per non parlare delle Piramidi, anche se si trovano a moltissimi chilometri da qui. Ma la differenza tra un souvenir artigianale e uno dozzinale è chiaramente visibile.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100