Cerca nel sito
Iraq Mesopotamia Storia Archeologia

Iraq, scoperto il più antico libro di cucina

Tre tavolette d'argilla per venticinque stufati: la scoperta nell'antica Mesopotamia

Babilonia, Iraq
©iStock
Babilonia, Iraq
PERCHE' SE NE PARLA 
Rinvenuto, nel territorio dell'antica Mesopotamia, il più antico libro di cucina mai scritto nella storia dell'uomo. Si tratterebbe di tre tavolette d'argilla, risalenti al 1750 a.C., che descrivono le ricette riservate ad un re. Venticinque stufati diversi, la maggior parte a base di carne, ma alcuni anche vegetariani. Questi antichissimi testi elencano, però, soltanto gli ingredienti, non le istruzioni per preparare i pasti. 
 
PERCHE' ANDARCI 
In Iraq gran parte del turismo, attualmente, si concentra tra il Kurdistan iracheno, una delle regioni più sicure per i viaggi, e la Bassa Mesopotamia, terra di grandi città, luoghi sacri e patrimoni storici, come ad esempio Kerbela, Bassora e Nassiriya, nonché di Babilonia e Ur.Da visitare assolutamente Ashur, Patrimonio UNESCO, uno dei più importanti siti archeologici del Paese. 
 
DA NON PERDERE 
Purtroppo rovinata, ma comunque imperdibile: l'antica Babilonia è una delle più forti testimonianze della culla della civiltà mondiale. Ben conservate, invece, le rovine di Hatra, sito UNESCO. Da visitare, se possibile, anche Nineveh, una città vecchia di 3.000 anni, un tempo capitale degli Assiri, e Ur, famosa per il suo Grande Ziggurat. Bella anche Ctesiphon, antica capitale degli imperi dei Parti e Sasanidi, con il suo Arco di Ctesifonte, sito archeologico dell'antica città ellenistica di Seleucia.
 
PERCHE’ NON ANDARCI 
La Farnesina consiglia, prima di uno spostamento, che si tenga conto delle indicazioni messe a disposizione, valutando attentamente la situazione del Paese che intendono visitare. Una volta assunta responsabilmente la decisione di intraprendere un viaggio, è fondamentale tenere un atteggiamento vigile e un comportamento adeguato alle località visitate, soprattutto laddove la situazione è precaria.
 
COSA NON COMPRARE 
Nei bazaar iracheni potrete trovare lampade per l'incenso, borse in pelle, i tradizionali copricapo, piccoli portachiavi a forma di tappeto o con immagini religiose. Molto brutte, invece, le penne che richiamano l'immagine delle donne con il velo. Evitabili.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Iraq
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100