Cerca nel sito
Egitto Saqqara scoperta archeologia

Egitto, scoperta una statua di Osiride

Il ritrovamento è stato effettuato durante il restauro della piramide a gradoni del faraone Djoser

Piramide a gradoni di Zoser, Djoser
©iStockphoto
Piramide a gradoni di Zoser, Djoser
PERCHE' SE NE PARLA 
Scoperta nel sito archeologico di Saqqara, presso Giza, una statua in bronzo del dio Osiride. Il ritrovamento è stato effettuato durante una missione archeologica impegnata nel restauro della facciata occidentale della piramide a gradoni del faraone Djoser. “La statua in bronzo, alta 63 centimetri, raffigura Osiride in piedi, con la doppia corona, lo scettro in una mano e il flagello nell’altra”, hanno spiegato gli esperti. Questi hanno datato il reperto all’epoca greco-romana. “Probabilmente, la statua è stata nascosta dai sacerdoti che intendevano metterla al riparo”, ha sottolineato Sabri Farag, direttore generale del sito archeologico di Saqqara.

PERCHE’ ANDARCI 
Saqqara fu la necropoli di Menfi e, con Giza e Tebe, è uno dei grandi luoghi dell’Egitto antico. È’ il sito archeologico più ricco del mondo e le sue vestigia datano di tutti i periodi della lunga storia del paese. La sua necropoli è stata utilizzata come luogo di sepoltura per oltre 3500 anni per faraoni e familiari, nobili e generali, sino ad essere soppiantata da quella di Giza. Il sito ospita anche il Serapeo: una galleria di tombe nella roccia per conservare i corpi mummificati dei tori Api, adorati a Menfi come personificazione del dio Ptah.

DA NON PERDERE 
Conosciuta come il più antico complesso monumentale al mondo edificato interamente in pietra, la singolare piramide di Djoser a Saqqara è la struttura principale di un complesso funerario eretto per la sepoltura di Djoser, sovrano della III dinastia. Realizzata dall'architetto Imhotep, la piramide si presenta come un unico complesso a gradoni a 6 piani. .

PERCHE’ NON ANDARCI 
In tutto l'Egitto si osserva un aumento di casi di micro-criminalità quali borseggi, rapine (anche a mano armata, anche a danno di cittadini stranieri) e furti d’auto. Si tratta di un fenomeno relativamente nuovo qui, che suggerisce di mantenere un’adeguata soglia di attenzione.

COSA NON COMPRARE
Nella zona, da un punto di vista di souvenir, si trova un po' di tutto: cammelli di peluche e piramidi con polvere dorata, calendari con 12 papiri, arazzi e cuscini, collanine di plastica e ciondoli con la chiave della vita. Attenzione al materiale, spesso è troppo fragile.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100