Cerca nel sito
Egitto mummie scoperta Tuna al-Gabal

Egitto: le 30 mummie della necropoli di Tuna al-Gabal

Ancora una strabiliante scoperta in terra egiziana

sarcofagi di faraoni
istockphotos
Sarcofagi
PERCHE’ SE NE PARLA
Solo poche settimane fa la scoperta di una tomba vicino alla Valle dei Re ha lasciato il mondo sbalordito per il ritrovamento di 8 mummie. Oggi, una nuova scoperta stupisce nuovamente per la ricchezza del patrimonio storico egiziano: presso la necropoli di Tuna al-Gabal sono state riportate alla luce ben 30 mummie e centinaia di animali mummificati. Un tesoro dal punto di vista storico, che ancora non si è terminato di scoprire. Gli scavi stanno perseguendo, e gli archeologi sono pressoché sicuri di trovare altre importanti sepolture in questo luogo. Ancora non si conosce l’esatta datazione della tomba, ma si ipotizza appartenga al periodo in cui l’Egitto fu romano.
 
PERCHE’ ANDARE
Ancora non si sa molto di queste mummie e della loro storia. Ma in attesa che gli archeologi facciano le loro indagini, vale la pena di conoscere la necropoli di Tuna al-Gabal e i resti dell’antica città di Hermopolis, ricche di storia interessante. Meta assai meno nota di Luxor, o delle Piramidi di Giza, del Cairo o di Assuan, Hermopolis era un’antica città situata al confine tra Alto e Basso Egitto. Anche la storia cristiana è legata a questa città, perché leggenda narra che qui la Sacra Famiglia si fermò durante l’esilio. Molto è andato distrutto negli anni, ma ancora si possono visitare alcune rovine e reperti archeologici nel piccolo museo adiacente. Anche se i ritrovamenti più preziosi, come antichissimi papiri, sono oggi conservati in altre parti del mondo. 
 
DA NON PERDERE
La necropoli di Hermopolis, Tuna al-Gabal, presenta tombe scavate come catacombe. Cappelle sotterranee. E la massiccia Stele di Akhenanten, incisa nella parete rocciosa che segna il confine fisico della città. Intanto, il Telegraph ha pubblicato le prime immagini del nuovo ritrovamento, che potete vedere qui
 
PERCHE’ NON ANDARE
L’Egitto un tempo era visitato da milioni di turisti attratti dalle meraviglie della sua storia antica. Oggi purtroppo la situazione non è delle più stabili, anche se il Paese incoraggia gli stranieri a ritornare garantendo la sicurezza dei siti turistici.
 
COSA NON COMPRARE
Statuette di faraoni e piramidi souvenir qui sono piuttosto fuori contesto. Come acquistare una gondola in miniatura a Firenze, per intenderci. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100