Cerca nel sito
Messico Atzechi Scoperta Archeologia

Città del Messico, il misterioso "abaco della morte"

Una struttura per contenere teschi umani e farli scivolare lungo un palo

Teotihuacán, Messico
iStock
Teotihuacán, Messico
PERCHE' SE NE PARLA 
I sacrifici umani degli atzechi non erano una leggenda. Negli ultimi tempi, infatti, i ricercatori hanno scoperto un "abaco gigante" e una torre, entrambi realizzati con teschi umani, a Città del Messico. La torre è di tipo circolare, e i teschi sono qui tenuti insieme con il mortaio. L'"abaco", invece, era lungo circa 35 metri e alto circa cinque. Consisteva in pali di legno alle due estremità con pali più piccoli distanziati pochi metri l'uno dall'altro. Ognuno aveva fori scavati su entrambi i lati per consentire di farli scivolare come perline di un pallottoliere, per l'appunto. I suoi resti sono stati rinvenuti a Tenochtitlan, centro di una antica civiltà azteca, in una parte dell'odierna città moderna di Città del Messico. Il popolo messicano visse lì dal XIV al XVI secolo. 


PERCHE’ ANDARCI 
La maggior parte delle attrazioni turistiche di Città del Messico si concentra nel centro storico: si tratta per esempio di Plaza de la Constitución, meglio conosciuta come Zócalo, dell’imponente Cattedrale Metropolitana, del Palacio Nacional, e della zona archeologica del Templo Mayor. Oltre a un gran numero di edifici coloniali, sedi di importanti musei. Un po' più distanti si trovano Plaza Garibaldi, meta obbligata se si vuole vivere il vero Messico, e Plaza de la República, che ospita il Monumento alla Rivoluzione, sotto al quale trova spazio il Museo della Rivoluzione Messicana.

DA NON PERDERE 
Gli aztechi fondarono sul lago Texcoco la loro capitale, Tenochtitlán, definita l’antenata di Città del Messico. Questa si basava su un’intricata rete di canali che permettevano di navigarla agevolmente e che, dopo l’arrivo degli spagnoli, fu distrutta per far posto alla progressiva pavimentazione di tutta l’area. Attualmente potete visitare i resti a Xochimilco. Qui potete noleggiare un particolare tipo di imbarcazione di legno, chiamato trajinera, e spostarvi tra canali e giardini. Non dimenticate di visitare le piramidi di Teotihuacán, a soli 51 chilometri a nord-est della capitale messicana.

PERCHE' NON ANDARCI
Città del Messico è stata spesso definita una delle città più pericolose del mondo. Nella capitale si verificano furti e rapine, in particolare nei luoghi affollati della città (terminal di autobus, metropolitane, stazioni e mercati). Si raccomanda in particolare di evitare i quartieri di Naucalpan, Tepito, Ecatepec (parte della cintura urbana della Capitale) e, nelle ore notturne, il centro storico. 

COSA NON COMPRARE
Di cose belle e meno belle ce ne sono tante: dai teschi colorati agli stivali artigianali, dalle maschere messicane alle borse e tovaglie ben intrecciate. Poi c'è il sombrero, tanto caratteristico quanto ingombrante. Il Messico è il luogo ideale anche per chi ama i gioielli, soprattutto in argento. Ma non dimenticate di contrattare!
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Messico
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100