Cerca nel sito
Viaggi in Cina il Parco dei Dinosauri

Cina, scoperto il dinosauro "dragone fangoso"

Tra musei e parchi, ecco i luoghi principali dove entrare in contatto con i giganti della Preistoria

Changzhou Dinosaur Park
Changzhou Dinosaur Park
Changzhou Dinosaur Park
PERCHE' SE NE PARLA Rinvenuto in Cina il fossile di una nuova specie di oviraptorosauro, specie simile agli uccelli ma incapace di volare. Si tratta di un dinosauro crestato simile a un uccello, morto, tra i 66 e i 72 milioni di anni fa. Ed è stato rinvenuto durante i lavori di costruzione di una scuola nella città di Ganzhou, nel sud della Cina. È stato chiamato Tongtianlong limosus (letteralmente "dragone fangoso sulla strada per il Paradiso") per le curiose circostanze in cui si pensa sia rimasto ucciso: il collo inarcato, il capo verso l'alto e le ali allargate fanno pensare che stesse cercando di scappare da una palude di fango.
 
PERCHE' ANDARCI Il Parco dei dinosauri di Changzhou è una delle attrattive più famose della Cina, nel distretto Xinbei della città. Questo contiene ossa di dinosauro e fossili, 50 le specie rappresentate,  provenienti da tutta la Cina. I fossili si trovano in un museo ospitato in un unico edificio, mentre le giostre all'esterno, suddivise in 6 aree tematiche. Qui sono presenti anche panda Gigante e due Leoni marini.
 
DA NON PERDERE Il Museo di Storia Naturale di Pechino è uno dei più grandi di tutto il Paese. Questo contiene al suo interno circa 200.000 oggetti e quasi 5.000 esemplari animali e vegetali, il tutto suddiviso in tre zone: zoologia, paleontologia e botanica. Qui anche sauropodi e protoceratops. Imperdibile l'area dedicata all'evoluzione dell'umanità, con la sala dei corpi umani. E poi c'è il famoso scheletro dell'elefante preistorico, noto come Stegodon zdanski.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Non dimenticate che il clima è subtropicale: meglio partire durante i mesi di ottobre, novembre e dicembre. Particolarmente sconsigliati i mesi che vanno da maggio a settembre: la probabilità di imbattersi in tempeste e tifoni è davvero alta. Nelle principali città si registrano anche alti tassi di inquinamento e tanti intasamenti causati dal traffico.
 
COSA NON COMPRARE Non solo draghi e guerrieri antichi: la Cina propone temi ricorrenti in tutte le forme e dimensioni. E poi maschere teatrali, lanterne di carta e riproduzioni dorate del Buddha. Se volete qualcosa più "affettuoso", ci sono anche i panda di peluche, nuovo simbolo del Paese. Anche in versione copricapo, con tanto di orecchie: brutto.  
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100