Cerca nel sito
Atene Grecia Scoperta Musica

Atene, l'antico organo ad acqua riprende a suonare

Patrimonio Mondiale dell'Unesco e dedicato alla dea Atena, l'Acropoli è il più grande santuario dell'antica Atene

8. Museo dell’Acropoli
PERCHE' SE NE PARLA 
Il Museo dell'Acropoli di Atene accoglie la stagione estiva con uno straordinario concerto di musica con un antico organo idraulico greco. Fu Ctesibio, un famoso ingegnere del suo tempo, a costruirlo per la prima volta, tramite un complesso meccanismo che utilizzava l'aria compressa e l'acqua. Il suono proveniva da una fila di tubi di diverse lunghezze. Successivamente sono state aggiunte altre file in parallelo, così da ottenere un effetto polifonico. Il suono potente e piacevole rese questo strumento molto popolare. E presto fu utilizzato nei templi, teatri, ippodromi e persino nella corte imperiale romana. L'organo acquatico di Dion risale al I secolo a.C. ed è il più antico strumento musicale di questo genere che ci è stato tramandato nei secoli. I resti di questo antico organo è esposto al Museo Archeologico di Dion.

PERCHE' ANDARCI 
Patrimonio Mondiale dell'UNESCO e dedicato alla dea Atena, l'Acropoli è il più grande santuario dell'antica Atene ed è arroccato sulla cima della collina. Qui potrete ammirare i Propilei, il Tempio di Atena Nike, l'Eretteo e le bellissime Cariatidi. Ma è indubbiamente il Partenone il suo monumento più importante. Costruito tra il 447 e il 437 avanti Cristo e realizzato in marmo, questo è decorato con alcuni fregi in rilievo che raccontano le battaglie degli Ateniesi contro le Amazzoni e la guerra di Troia. 

DA NON PERDERE 
Il Museo dell'Acropoli attuale trae origine dal primo museo realizzato nell'Acropoli nel 1863, trent'anni dopo l'abbandono di Atene dell'ultima guarnigione Turca. Oggi, dopo i lavori partiti nel 2002 e terminati nel 2009, ospita un itinerario cronologico che presenta l'evoluzione dell'arte greca e in particolare della scultura, dall'epoca arcaica sino al periodo della dominazione romana. Tra le sculture da non perdere il Moscoforo, quattro delle cariatidi dell'Eretteo, La Kore col peplo, L'Atena pensosa e La Nike di Callimaco. 

PERCHE' NON ANDARCI 
Impossibile non consigliare di visitare una città come Atene. Se proprio c'è qualcosa a cui prestare attenzione, evitate di lasciare l'auto di notte in parcheggi incustoditi. E dotatela di assicurazione contro incendi e vandalismi. È inoltre sconsigliabile lasciare documenti e bagagli nelle vetture parcheggiate. Regole ovvie, sì, ma tant'è.

COSA NON COMPRARE 
Nelle vie del centro, poco distante dall'Acropoli, troverete di tutto. Tra i souvenir, alcuni molto belli, che richiamano la cultura ellenica, anche modellini dell'acropoli e cariatidi porta fortuna. L'unico consiglio è di rifornirvi da rivenditori autorizzati, che garantiscono una maggiore qualità del ricordo. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Grecia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100