Cerca nel sito
HOME  / gusto
Ricette a base di vegetali bianchi Italia

Ricette di giugno: 5 piatti a base di vegetali bianchi

Fagioli, rape, asparagi, cipolle e sedano: dalla minestra al dessert con gusto

verdura, vegetali, ortaggi
iStock
Vegetali
FAGIOLI DI SARCONI
I Fagioli di Sarconi Igp sono coltivati da secoli in Lucania. Legumi caratteristici perchè fortemente legati all’ambiente di questi territori dove la disponibilità di acqua e particolari condizioni ambientali - come le basse temperature estive - permettono la produzione di fagioli di elevata qualità assolutamente distinguibili dalle altre varietà esistenti. I Fagioli di Sarconi sono particolarmente apprezzati perché, avendo la buccia sottilissima, grazie alla combinazione di alcuni elementi microclimatici favorevoli, cuociono “a prima acqua”, cioè rapidamente. Questo rende il prodotto cotto a pasta fluida e di gusto piacevole oltre che mantenere intatte alcune proprietà nutrizionali. In cucina sono ottimi per preparare zuppe, ma possono essere impiegati come ingrediente di primi piatti (minestroni, pasta e fagioli e risotti), mangiati come contorno o in ricette di fantasia che contemplino carne e pesce. Vai alla ricetta: Fagioli alla Sarconese

 
BROVADA FRIULANA
“La” ricetta tipica del Friuli è una preparazione molto particolare che si ottiene tagliando a fettine “a fiammifero” rape a colletto viola precedentemente macerate nelle vinacce e fermentate per circa 40 giorni. La Brovada DOP è un prodotto ottenuto dalla trasformazione dell’ecotipo locale Brassica rapa L. var. rapa Hart., detta anche rapa da Brovada. La Brovada DOP è grattugiata, sotto forma di fettucce di dimensioni comprese tra 3 e 7 mm. Il colore è bianco-crema, tendente al rosato o al rosso in base alle caratteristiche della vinaccia utilizzata nella fermentazione; la consistenza è croccante ed elastica, l’aroma è pungente di vinaccia e il sapore acidulo.Vai alla ricetta: Minestra di fagioli e Brovada

 
ASPARAGO DI BADOERE
La pianura alluvionale formata dall’apporto secolare di placidi fiumi di risorgiva quali il Sile il Dese e lo Zero, disegnano un paesaggio del tutto particolare che ha come fulcro il territorio di Morgano e i Comuni limitrofi delle Province di Treviso, Venezia e Padova. In questo particolare ambiente pedo-climatico, ricco d’acque mai gelide e di terreni ricchi e soffici, si è sviluppata la coltivazione dell’Asparago di Badoere, che per la sua qualità può fregiarsi dell’Indicazione Geografica Protetta assegnata dall’Unione Europea. Una bontà per il palato ma anche un alleato per la salute: l'asparago è ricco di vitamine e minerali, ha proprietà depurative e diuretiche e viene particolarmente indicato nelle diete dimagranti. Ottimi lessi da soli conditi con olio e limone o insieme alle uova, in frittata o come ripieno di torte rustiche. Ingrediente principe di risotti o primi piatti in genere, si abbina bene anche alla carne o al pesce. Vai alla ricetta: Involtini di prosciutto e asparagi bianchi

 
CIPOLLA DI MARGHERITA DI SAVOIA
Quinta 'IGP' alla Puglia assegnata alla cipolla bianca prodotta esclusivamente nei territori dei comuni di Margherita di Savoia, Zapponeta e Manfredonia. Dolcezza, succulenza, consistenza croccante e pungenza, sono le caratteristiche di questo ortaggio che raggiungono score significativamente maggiori rispetto agli altri genotipi a confronto. Bulbi particolarmente teneri e succulenti e con basso contenuto di sostanza secca. Questa caratteristica, molto apprezzata in cucina, rende però il prodotto poco conservabile e di conseguenza è disponibile sul mercato solo per alcuni mesi (marzo-luglio). Cotta si abbina a un numero considerevole di piatti, ma è cruda che la cipolla pugliese rende al massimo il suo gusto. Vai alla ricetta: Insalata di fagioli e cipolla di Margherita Igp

 
SEDANO BIANCO DI SPERLONGA
Sul versante tirrenico laziale viene coltivato il Sedano Bianco di Sperlonga, ortaggio Igp che richiede un importante lavoro di selezione finalizzato soprattutto a enfatizzare il colore chiaro dei piccioli e a ottenere un ritardo nell’emissione dello scapo fiorale, nonché una forma compatta e taglia minore. Le foglie e gli steli di sedano vengono ampiamente impiegati nella preparazione di minestre e carni. Si caratterizza per la persistenza delle sue proprietà fisiche ed aromatiche, tuttavia è consigliato conservarlo in luoghi freschi per mantenerlo al meglio, in modo da evitare l'esposizione del prodotto ai raggi solari e la conseguente rottura dei gambi e dei tessuti. Grazie al suo sapore dolce e lievemente aromatico, si presta molto bene al consumo fresco, immerso nel pinzimonio o in abbinamento con il pesce azzurro. Vai alla ricetta: Sorbetto al Sedano Bianco di Sperlonga

Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100