Cerca nel sito
HOME  / gusto
farrate puglia ricette prodotti tipici itinerari gastronomici

Puglia, a Manfredonia non è Carnevale senza le farrate

La ricetta dei deliziosi rustici pugliesi è antichissima, deliziosa e carica di tradizione

farrate manfredonia fagottini rustici
Courtesy of ©facebook.com/carnevaledimanfredonia
Le farrate di Manfredonia
Nel periodo di Carnevale Manfredonia è ancora più affascinante grazie al folklore dei festeggiamenti e alle tradizioni ad esso legate, come quella delle farrate, deliziosi rustici a base di farro dalla storia lunghissima e dal sapore irresistibile.

LA TRADIZIONE
Ricostruire con precisione la storia delle origini della Farrata non è cosa semplice. Il rustico invernale della tradizione sipontina, in base ad alcune ricostruzioni, potrebbe, infatti, non essere nato proprio a Manfredonia. La cittadina pugliese è, però, attualmente l'unica località in cui la ricetta è sopravvissuta al trascorrere del tempo trasformandosi in uno dei prodotti più rappresentativi del Carnevale locale. Ingrediente distintivo ed essenziale di questa specialità antica e genuina è il farro, un cereale millenario coltivato sin dagli albori della civiltà e conosciuto anche i tempi di Omero.

LA DENOMINAZIONE
Il rustico della tradizione sipontina prende il nome dal farro, il suo ingrediente più rappresentativo. Il legame che, nel corso dei secoli, ha consolidato con la cultura ed il folklore locale ne ha decretato l'inserimento nell'elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE
La farrata si presenta come un rustico di forma tondeggiante formato da una sfoglia sottile all'interno della quale è racchiusa una farcitura deliziosa preparata con ricotta, chicchi di farro o di grano ed aromi naturali quali maggiorana, menta, pepe e cannella.

LA PRODUZIONE
Questo invitante fagottino farcito viene praparato stendendo una sfoglia molto fina dalla quale si ricavano dei cerchi al centro dei quali si sistema il ripieno a base di ricotta, maggiorana, pepe, cannella e chicchi di farro impastati. Si ricopre, dunque, il tutto con un altro cerchio di pasta e si sigillano i bordi ripiegandoli su sé stessi. Con dell'uovo si spennella la sfoglia superiore e si inforna.

LA CULTURA
Un tempo, nei giorni di Carnevale, era tradizione che i ragazzi i Manfredonia girassero per i cortili della città vendendo le farrate tenute in caldo in apposite sporte. Le donne, svegliandosi al canto dei giovani venditori, si affacciavano dai sottani per acquistare i gustosi fagottini.

IN CUCINA
La tradizione delle farrate è sopravvissuta al trascorrere del tempo ed è ora una delle ricette più rappresentative della cucina sipontina. Chi desidera sperimentarne tutto il gusto e il profumo ma non avesse la possibilità di recarsi a Manfredonia ad assaggiarlo, può provare a prepararle in casa e dar vita ad un Carnevale carico di sapore e di tradizione.

La ricetta: Farrata. Ingredienti: Per la pasta sfoglia: 1 kg di farina 00, sale q.b., acqua (500ml oppure 2 bicchieri). Per il ripieno: 1 kg di ricotta fresca di pecora, 1 kg di farro (o grano) cotto, 2 mazzetti di menta maggiorana fresca, sale q.b., pepe q.b., cannella (facoltativa), 2 tuorli d’uovo sbattuti per spennellare la sfoglia superiore.
Scolare la ricotta in modo che fuoriesca il siero. Pulite, lavate e asciugate la menta maggiorana fresca, ricordatevi di lasciare solo le foglioline e non i rametti.
Versate in un recipiente la ricotta, il grano, la menta maggiorana, il sale, il pepe e lasciate riposare per circa mezz’ora. Preparate la sfoglia unendo farina, sale e acqua(lentamente) fino ad ottenere un impasto non troppo morbido. Dividete l’impasto in piccoli panetti e stendete ogni panetto finemente, non troppo. Spolverare con farina il piano di lavoro, adagiate le sfoglie e ricavare dei cerchi utilizzando un bicchiere o altri utensili. A questo punto avremo due sfoglie, una che fungerà da base ed una che fungerà da coperchio. Adagiare sulla superficie della base, due cucchiai di ripieno, la cannella se è gradita ed inserire il “coperchio” sopra la base. Chiudete il coperchio utilizzando le dita. Cospargere sulla sfoglia i tuorli, con l’uso di un pennello. Bucate la parte superiore per evitare che fuoriesca il ripieno, aiutatevi con uno stuzzicadenti e non esagerate. Infornate a 180° per circa 30 minuti. Quando le farrate diventano dorate, toglietele dal forno, fatele raffreddare quanto basta e mangiate calda la vostra farrata. (aroundgargano.it).

TUTTE LE RICETTE REGIONALI D’ITALIA

IL TERRITORIO Nata in prossimità delle vestigia dell'antica Sipontum, Manfredonia prende il nome dal re di Sicilia Manfredi che ne ordinò l'edificazione. Fiorente città portuale, sfoggia preziose testimonianze di epoche lontane, scorci pittoreschi ed un lunghissimo litorale ricco di spiagge dotate dei migliori servizi che ne fanno anche una meta turistica particolarmente apprezzata e rinomata tanto in estate, quanto in inverno quando il Carnevale Dauno accoglie cittadini e visitatori in un trionfo di folklore

Leggi anche:
Puglia: la cipolla di Margherita di Savoia
Valle d’Itria, i borghi più romantici della Puglia
Vico del Gargano, in Puglia il paese dell’amore

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per distretto Gargano
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100