Cerca nel sito
HOME  / gusto
aglio bianco piacentino ricette caratteristiche

Piacenza: sua maestà "Il Re dell'Aglio"

La bella provincia emiliana regala un bulbo di qualità superiore da molti considerato uno dei migliori del Paese

aglio trecce carretto bulbi raccolto campagna<br>
Courtesy of ©www.facebook.com/agliobiancopiacentino
L'aglio Bianco Piacentino
Con il suo sapore intenso, la sua qualità superiore e la lunga tradizione che lo contraddistingue, l'Aglio Bianco Piacentino, non a caso da molto ribattezzato “Re dell'Aglio”, è l'ingrediente ideale per riscoprire i sapori genuini della nostra cucina e per preparare ricette dal gusto sempre unico e mai scontato.

FOTO: 10 PRODOTTI TIPICI ITALIANI CHE NON PASSANO INOSSERVATI

LA TRADIZIONE Presente nei territori della provincia di Piacenza sin dai tempi dei Romani, l'aglio bianco si è ricavato, nel corso dei secoli, un importante ruolo nella tradizione locale e, non a caso, è diventato una delle varietà più pregiate e apprezzate d'Italia. Le prime esperienze di coltivazione in orto risalgono agli inizi dello scorso secolo e in pochi decenni questo aglio gustoso e dalle numerose proprietà benefiche ha oltrepassato anche i confini nazionali arrivando, negli anni successivi alla fine del secondo conflitto mondiale, sino negli Stati Uniti. Ma non è finita, perchè oltre a raggiungere le tavole americane, l'Aglio Bianco Piacentino ha varcato anche la soglia della borsa newyorchese nel 1952, quando è stato ufficialmente quotato proprio a Wall Street. Ma il bulbo piacentino non si è fermato e sembra essere particolarmente avvezzo a conseguire prestigiosi primati, come quello ottenuto nel 1982 quando, con la sua varietà Ottolini, che prende il nome da colui che la creò, è stato il primo aglio italiano ad essere iscritto nel registro nazionale del Ministero dell'Agricoltura. Dopo dodici anni anche l'altra varietà di Aglio Bianco Piacentino, Serena, ha trovato spazio nel registro nazionale.

Leggi anche: CREMA DI AGLIO, SAPORE DOP DI VOGHIERA

LA DENOMINAZIONE Un tempo conosciuto come Aglio Bianco di Monticelli, dalla zona di maggior concentrazione della sua produzione, l'Aglio Bianco Piacentino è da molti considerato uno dei migliori agli bianchi del Paese. Proprio per questo viene spesso soprannominato “Re dell'Aglio” e ha meritato, per lo stretto legame tra le sue caratteristiche e il territorio di coltivazione, l'inserimento nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali.

LE CARATTERISTICHE Ciò che rende davvero speciale questo prelibato bulbo emiliano sono le sue grandi dimensioni, la sua spiccata conservabilità, che gli permette di mantenersi fino ad un anno dal raccolto, il gusto deciso ed avvolgente e la notevole concentrazione di allicina ed oli essenziali che lo rendono un efficace alleato della salute dell'organismo. Il consumo di aglio, infatti, aiuta a contrastare l'ipercolesterolemia, l'artrosi e la cervicale e a prevenire, grazie alle proprietà antibatteriche, bronchiti, raffreddori e infezioni alle prime vie respiratorie. L'aglio, inoltre, è un efficace antiparassitario, antifungino, coadiuvante contro l'innalzamento della pressione arteriosa e un ottimo antiossidante grazie all'ottimo apporto di vitamine B e C, di solfuri e di selenio che consentono di contrastare la formazione di radicali liberi.

LA PRODUZIONE Anche le tecniche di produzione rendono l'Aglio Bianco Piacentino differente da tutti gli altri. Dal seme sino alla tavola, infatti, il bulbo viene coltivato e lavorato manualmente, senza l'intervento di macchinari ed il suo seme viene, ogni anno, rigorosamente controllato dall'ENSE (Ente Nazionale Sementi Eletti) per garantire un elevato standard qualitativo. Ogni fase della produzione, inoltre, è controllata e regolata dai Disciplinari di Produzione dell'Emilia Romagna.

LA CULTURA Le efficaci proprietà antisettiche dell'aglio sono note sin da tempi remoti. Durante il Medioevo, infatti, i medici erano soliti proteggersi la bocca con mascherine imbevute di succo d'aglio per evitare di contrarre infezioni. Ancora oggi l'aglio è uno dei rimedi più apprezzati ed adottati dalla medicina popolare per prevenire ed alleviare numerosi disturbi.

IN CUCINA Il sapore intenso di questo bulbo consente di utlizzarne meno rispettoagli agli più comuni per insaporire i propri piatti, garantendo risultati dal successo assicurato. Non è un caso, dunque, che questa varietà sia molto apprezzata in cucina per la preparazione di svariati tipi di ricette che spaziano da creazioni più originali ed innovative, sino ai più saporiti piatti della tradizione locale come l'Agliata Piacentina così come suggerita dalla Cooperativa dei Produttori di Aglio Piacentino.

La ricetta: Agliata Piacentina. Ingredienti: Aglio Bianco Piacentino, noci, pane, sale quanto basta. Spellate alcuni spicchi di aglio e pestateli assieme ai gherigli delle noci. Salate il composto ed aggiungete delle molliche di pane che avrete precedentemente bagnato nell'acqua. Continuate a pestare il composto sino a che non abbia raggiunto una consistenza cremosa ed omogenea. La salsa ottenuta sarà ottima assaporata su croccanti crostini di pane aggiugngendo un filo di olio, oppure come sfizioso condimento per la pasta assieme ad una noce di burro.

Altre ricette:
Pizza sette sfoglie di Cerignola
Baccalà alla vicentina
Carciofi di Paestum ripieni di agnello


IL TERRITORIO Piacenza è la più antica delle colonie romane dell'Italia Settentrionale. E' la porta della regione e della storica via Emilia che inizia proprio con la bella città emiliana, ricca di storia e di testimonianze del passato che spaziano dallo splendido Duomo sino alle numerose chiese e i palazzi che adornano il centro e i suoi quartieri più famosi come Porta Galera e S. Agnese. Da non perdere, per un piacevole “assaggio” dei tesori cittadini, una passeggiata lungo via XX Settembre che, con i suoi caratteristici balconcini in ferro battuto, collega la magnifica Piazza del Duomo a Piazza Cavalli.

DA VEDERE A PIACENZA: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Magnifica Piacenza
Piacenza, le terre del Magnifico
A Piacenza si brinda a S. Martino


*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100