Cerca nel sito
HOME  / gusto
lombardia prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

Lombardia, le cipolle millenarie di Breme

I bulbi del pavese vantano oltre dieci secoli di storia ed un sapore dolcissimo

Cipolle rosse
iStock
Cipolle rosse 
Bulbi antichi, deliziosi e dolcissimi. Le cipolle rosse di Breme, in provincia di Pavia, sono una vera e propria istituzione ed oltre a rendere ogni ricetta una vera prelibatezza, vantano più di un millennio di storia.

LA TRADIZIONE
Con gli oltre dieci secoli di storia non meraviglia che la cipolla rossa di Breme sia considerata una vera e propria istituzione della tradizione agroalimentare del Comune in provincia di Pavia. Era, infatti, il 906 d.c. quando i monaci della Novalesa giunsero nella cittadina trovando tutte le condizioni ideali per ottenere raccolti copiosi e prodotti di qualità. Divenuta sede della Congregazione, Breme diventò anche una vera e propria città delle cipolle che, difatti, ancora oggi vengono coltivate seguendo i metodi di un tempo, preservando una tradizione che dura da più di un millennio e che viene tuttora celebrata ogni anno con una sagra dedicata.

LA DENOMINAZIONE
Al fine di identificare inequivocabilmente la Cipolla Rossa di Breme, l'Amministrazione Comunale nel Giugno 2008 ha istituito per la Cipolla Rossa di Breme la De.C.o. (Denominazione Comunale di Origine). Il suo sapore caratteristico le è valso l'appellativo di “La Dolcissima”.

LE CARATTERSTICHE
La cipolla di Breme si distingue per i bulbi di grandi dimensioni dotati di un peso medio di ben 600-700 grammi. Si presentano di colore rosso intenso e forma schiacciata e sono particolarmente apprezzati per il sapore dolce e la consistenza croccante. Annovera due differenti varietà: la quarantina, più precoce e dalla forma piatta, e la nostrana, più bulbosa, di forma ovale e caratterizzata da un rigonfiamento in prossimità del ciuffo.

LA PRODUZIONE
Uno dei principali elementi distintivi della cipolla rossa di Breme sono le tecniche di produzione completamente manuali. La sarchiatura viene, difatti, effettuata a mano o con motocoltivatore ed i semi vengono prodotti direttamente dai coltivatori che li ricavano dalle migliori cipolle raccolte. In questo modo ogni anno vengono prodotti circa 400 quintali di bulbi di cui circa il 50% destinato alla sagra annuale.

LA CULTURA
La sagra annuale dedicata alla cipolla è una grande festa organizzata dalla Polisportiva Bremese durante la quale è possibile acquistare il prodotto presso gli stand e scoprirlo in ogni sua declinazione grazie ad un menu completo a base di cipolla a cominciare con con l'antipasto per terminare persino con dolci e gelati.

IN CUCINA
Le caratteristiche di questi bulbi li rendono particolarmente adatti alla realizzazione di ricette particolari che esulano dalle classiche pietanze. Da provare, ad esempio, la realizzazione di mostarde, marmellate, geltati, dolci e pizze.

La ricetta: Zuppa di cipolle. Ingredienti: Cipolle, burro, panna, brodo di carne, sale, pepe, pane casereccio secco.
Mondare e affettare le cipolle in gran quantità. Farle appassire lentamente per due ore con burro, sale e brodo di carne versato un po’ alla volta. Infine unire altro burro, un po’ di panna, grana grattugiato, sale, pepe e brodo fino a raggiungere la consistenza desiderata. Si gusta con crostini di pane. (Comunebreme.it)

IL TERRITORIO
Adagiato alla confluenza del fume Po con il Sesia, Breme è un Comune della bassa Lomellina in provincia di Pavia. La sua magnifica Abbazia di San Pietro lega indissolubilmente la propria storia a quella dell'abbazia di Novalesia, situata la lungo la via Francigena, una delle più celebri d'Europa.

Leggi anche:
Lombardia: 5 itinerari nella natura dei parchi più belli
Lombardia nel piatto: 5 tour a caccia di ricette speciali

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100