Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Pat Lazio ricetta con Pomodoro Scatolone

Lazio: Pomodoro Scatolone, la Tuscia in tavola

Sodo, compatto e vuoto al suo interno, cresce sulle sponde del lago di Bolsena

ortaggi
iStock
Pomodori
Varietà antica, il Pomodoro Scatolone ha trovato il suo habitat naturale sulle sponde del lago di Bolsena, in provincia di Viterbo. Si contraddistingue per i suoi frutti a polpa soda e buccia spessa. Ma soprattutto per essere vuoti al loro interno; da questa caratteristica deriva il suo nome, a indicare una “scatola” da riempire. Il ciclo produttivo è medio-tardivo ed è particolarmente indicato per la preparazione di sughi e salse.
 
LA TRADIZIONE Il pomodoro cresce lungo le rive del lago di Bolsena già dai primi del ‘900. Nel 1930 è presente alla prima Mostra Ortofrutticola di Bolsena, tra gli ortaggi che predominano nella zona e che qui trovano ottime condizioni di vegetazione. Negli anni del dopoguerra (1948-50) si parla di pomodoro “scatolone”, e nel 1970 risultano investiti a questo ortaggio circa 20 ha. Agli inizi degli anni '90 il Comitato Ortofrutticolo, in collaborazione con Comune e Provincia, ha organizzato una mostra dei prodotti ortofrutticoli locali nella piazza antistante al porto, evento che si è ripetuto ogni anno fino al 1995.
 
LA DENOMINAZIONE E’ un prodotto PAT - Prodotto Agroalimentare Tradizionale - della Regione Lazio, che ha inserito il pomodoro scatolone di Bolsena fra le varietà a rischio di erosione genetica.
 
LE CARATTERISTICHE Forma globosa a rosetta e costoluta. Presenta colore rosso con aree verde-paglierino. In sezione trasversale sono presenti 7-9 logge in parte o completamente vuote, le cosiddette "scatolature". Varietà di grande pregio per i suoi frutti a polpa salda e a buccia spessa, è impiegata nell’industria del concentrato e nella confezione dei pomodori pelati. Ha una conservabilità limitata; è dunque consigliabile il rapido consumo se raccolto maturo.
 
 
LA PRODUZIONE La sua coltivazione oggi è meno diffusa e forse a rischio di scomparsa. La semina avviene intorno a marzo-aprile in semenzaio o aprile-maggio in pieno campo o nell’orto. La pianta del pomodoro scatolone di Bolsena raggiunge un’altezza media di 120-150 cm e i frutti, a forma allungata, possono raggiungere anche dimensioni di 20 cm.
 
LA CULTURA Il Pomodoro Scatolone è ricco di sali minerali, acido citrico e vitamine A, B, C. Ha azione rinfrescante ed eccita la secrezione gastrica, quindi la digestione. Ogni anno, l’Associazione DES, Democrazia e Sviluppo, un’organizzazione culturale senza fini di lucro, organizza in collaborazione con i Pescatori di Bolsena e con il Patrocinio del Comune di Bolsena, la Festa del Lago. La manifestazione si propone di valorizzare il lago, il suo territorio, le tradizioni legate all’attività di pesca e agricoltura, e di far conoscere i prodotti di qualità dell'Alta Tuscia, tra cui lo Scatolone. 
 
IN CUCINA E’ uno dei pomodori ideali da insalata sia da verde che da maturo. Questo ortaggio è ottimo per essere consumato fresco. Ma le ricette che meglio lo valorizzano lo vedono anche cotto al forno ripieno, in quanto la struttura interna è adatta a essere riempita. 
 
 
LA RICETTA Pomodori Scatoloni ripieni al forno. Ingredienti per 4 persone: 8 Scatoloni, pangrattato q.b., prezzemolo q.b., capperi q.b., olio evo, sale. Lavare e asciugare i pomodori. Tagliarli a metà in lungo. In una ciotola versare pangrattato, capperi, prezzemolo, olio, capperi e un pizzico di sale. Mescolare il composto e utilizzarlo per riempire le metà dei pomodori. Infornare a 180° per 10 minuti e servire.
 

Altre ricette
 
IL TERRITORIO Situato nell’Alto Lazio, sull’antica Via Franchigena, sorge il lago di Bolsena, il più grande dei laghi vulcanici della Penisola. Sulle sue coste sono presenti le rovine della Volsinii etrusca. Via Francigena è costituita da un grande borgo con caratteri medioevali, con il grande Castello dei Monaldeschi e importanti Chiese tra cui la Chiesa di S. Cristina e la Cappella del Miracolo di Bolsena. Di fronte al borgo sorgono le isole del Lago, di cui la Bisentina (la più grande) è visitabile per l’interesse storico monumentale. VISITA IL LAGO DI BOLSENA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Saperne di più su GUSTO
Correlati per distretto Lago di Bolsena
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100