Cerca nel sito
HOME  / gusto
toscana prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

La Toscana da scoprire mangiando: 5 specialità

Alla scoperta di 5 prodotti della tradizione che rendono ogni ricetta una prelibatezza

campagna toscana casale alberi tramonto natura viale
©borchee/iStock
Campagna toscana
ZAFFEFRANO DI SAN GIMIGNANO
La presenza dello zafferano a San Gimignano è attestata a partire dal XIII secolo. Storicamente il prodotto toscano è stato sempre considerato di qualità “superiore”. Viene utilizzato anche nell’industria dolciaria, dei liquori e in farmacia. In cucina viene sfruttato per aromatizzare molte ricette, dai primi piatti a base di riso ai secondi di carne e pesce.
 
PANE TOSCANO
Ottenuto con un antico sistema di lavorazione, il Pane Toscano Dop prevede l’ impiego esclusivo del lievito madre (o pasta acida), dell’acqua e della farina di grano tenero tipo “0” contenente il germe di grano locale. La caratteristica di questo prodotto, per  cui viene anche chiamato pane “sciocco”, è quella di non prevedere nell’impasto il sale.  Per questo motivo è adatto a essere consumato insieme ai saporitissimi salumi toscani o al patè di fegatini e per preparare la famosa "pappa al pomodoro".
 
BUCCELLATO DI LUCCA
Nato alla metà del XV secolo il Buccellato è uno dei dolci più antichi della città di Lucca. Il suo profumo di anice e di uvetta lo rende delizioso e saporito e la sua storia lunghissima, che affonda le proprie radici in epoca romana, ne fanno una delle specialità più significative della tradizione gastronomica locale, tanto che i versi di un adagio lucchese spiegano che chi a Lucca non mangia il Buccellato è come se non fosse mai stato realmente in città.
 
ABBUCCIATO ARETINO
Quella dell'Abbucciato Aretino è una tradizione millenaria. Risalgono all'XI secolo, infatti, le prime testimonianze riguardanti la produzione di questo saporito pecorino. I monaci camaldolesi dell'eremo aretino ne segnalano il consumo in alcuni loro scritti confermando il profondo legame di questo formaggio con il territorio e la tradizione locale. Oggi sono in pochi a produrlo nel Casentino ma il suo sapore continua a deliziare i palati e a raccontare una storia lunghissima.
 
PANE DI PATATE DELLA GARFAGNANA
Un tempo, nelle annate in cui i cereali scarseggiavano, nella Garfagnana, ma anche in diverse zone di tutta l'Europa continentale era diffusa l'usanza di preparare il pane sostituendo una parte della farina con delle patate bollite schiacciate nell'impasto. In questa parte della Toscana questa tradizione è sopravvissuta al trascorrere del tempo ed ancora oggi, in una parte della Valle del Serchio è ancora possibile gustare questo prodotto saporito che discende proprio da quell'antico pane di mistura.
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100