Cerca nel sito
HOME  / gusto
Italia Roma ristoranti stilelibero Max Mariola

Stilelibero, il ristorante dello chef Max Mariola

Apre a Roma un locale eclettico: cibo ma anche tanta buona musica, arte e moda

Chef Max Mariola
Courtesy of©Stilelibero
Chef Max Mariola
Il mondo della tv, negli ultimi anni, ha permesso a molti italiani di appassionarsi alla cucina. Oltre ai giudici di Masterchef e ad Alessandro Borghese, un’altra figura che si divide tra fornelli e piccolo schermo è Massimiliano Mariola noto ai più come Max. Lo chef televisivo, dopo ad aver fatto venire l’acquolina in bocca con il programma del Gambero Rosso Channel “I panini li fa Max”, è pronto a servire in tavola le sue bontà.

Proprio così, lo scorso 5 dicembre ha aperto a Roma, nel quartiere Prati (Via Fabio Massimo 68/70) Stilelibero, un locale difficilmente etichettabile. E’ molto più di un semplice ristorante. E’ infatti un indirizzo sui generis, un posto 'artistico' in cui passare il proprio tempo libero all’insegna della convivialità abbinando al cibo di qualità, il buon bere, la cultura musicale, la moda e l’arte. Stilelibero è dunque un vero e proprio punto di aggregazione motivo per cui fungerà anche come spazio artistico ospitando esposizioni fotografiche, collezioni di borse, gioielli etc.
 
Il locale, visivamente parlando, è di grande impatto. Tutto è curato nei minimi dettagli: i meriti vanno al designer Tommaso Guerra. Sono tre gli spazi pronti ad accogliere la clientela: una prima sala è in grado di offrire circa 30 coperti; c'è poi una zona più intima caratterizzata da pareti e soffitto blu petrolio, tavoli di noce antico, lampade in stile artdecò in ottone e vetro lavorato. Passando poi attraverso una scala in ferro e legno, è possibile arrivare nella zona del cocktail bar. 
 
Cosa bolle in pentola? La sua è una cucina libera ergo non c’è uno stile predominante: a fare la differenza sono gli ingredienti. “La cucina di Stilelibero non è né una cucina moderna, né tradizionale, dietro c’è la “valorizzazione” della materia prima” - spiega lo chef Max Mariola. E’ dunque possibile assaggiare tartare di gamberi con scaloppa di foie gras, melograno e foglie autunnali, battuta di carne razza piemontese con ovetti di quaglia al tegamino, scalogno in agro dolce, capperi e pesto al prezzemolo e ancora polpette di agnello con salsa cacio e pepe e limone; polpette di baccalà con salsa al pomodoro uvetta e pinoli.

Ma anche piatti più easy come salumi selezionati, degustazioni di formaggi, pane tostato con mortadella, finocchi saltati burro e parmigiano etc. Per chi ha poco tempo ma ha comunque appettito, al cocktail bar è possibile ordinare deliziosi club sandwich. A ogni ora del giorno c’è un qualcosa da fare e da provare: a partire dal tardo pomeriggio e fino a notte si può sempre mangiare. La domenica, invece, come tradizione vuole, è la giornata da dedicare al pranzo di famiglia.
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100