Cerca nel sito
HOME  / gusto
frittelle di mele dolci carnevale ricette tipiche italiane

Carnevale altoatesino a suon di frittelle di mele

E' una delle ricette più tipiche della tradizione locale e vanta una storia lunga che comincia sin dal Medioevo, quando il prezioso frutto veniva coltivato nei monasteri

frittelle, mele, cannella, dolce, frutta, colori
©TeresaKasprzycka/iStock
Frittelle di mele
In Trentino Alto Adige non è Carnevale senza le golose Frittelle di Mele. E non potrebbe essere altrimenti perchè il prelibato frutto che “toglie il medico di torno” da queste parti è una vera celebrità. Non meraviglia, dunque, che le preziose mele IGP del Sudtirol si trasformino in preziosi ingredienti per la preparazione di deliziose ricette che spaziano dal classico strudel alle tradizionali frittelle per celebrare la festa delle maschere e dei coriandoli per tutta la famiglia.

LA TRADIZIONE

Squisite e irresistibili le frittelle di mele si aggiungono al novero dei dolci fritti del Carnevale rendendo la festa ancora più gustosa e amata dai più piccoli. Semplici e genuini, i dolcetti altoatesini a base di mela sono una ricette di origine contadina dalla storia molto lunga che viene fatta tradizionalmente risalire almeno all'epoca medievale, quando nei monasteri già si coltivavano con particolare cura le ottime mele locali. Oggi i preziosi frutti hanno raggiunto l'eccellenza, al punto da aver ottenuto l'attribuzione del prestigioso marchio IGP. E con 100 oltre 100 chilometri di territorio coltivato, e ben 12 varietà prodotte, la regione rappresenta una delle prime in Europa per quanto riguarda l'estensione di questa coltura.

LA DENOMINAZIONE

Chiamate Apfleckiechl in lingua altoatesina, le Frittelle di Mele per la loro tipicità ed il legame con il territorio hanno meritato l'inserimento nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE

Quelle altoatesine non sono, sicuramente, le uniche frittelle di mele preparate in Italia per festeggiare il Carnevale, ma la ricetta sudtirolese rappresenta certamente una delle più tipiche ed antiche del Paese. Preparata con ingredienti semplici come latte, uova, farina e zucchero, la frittella locale diventa unica e speciale grazie all'ingrediente principale, la mela che, nella versione tradizionale, è generalmente di varietà Golden o Renetta.

LA PRODUZIONE

Per chi si reca in Alto Adige nel periodo di Carnevale è praticamente impossibile non reperire le prelibate frittelle di mele. La ricetta è, però, talmente radicata nella tradizione locale che viene spesso proposta durante tutto l'anno.

LA CULTURA

Ciò che rende speciale la materia prima con cui vengono preparate le golose frittelle sono le tecniche di coltivazione tradizionali rimaste immutate nel tempo ed un ambiente ideale per lo sviluppo di frutti sani, succosi e deliziosi.

IN CUCINA

In molte famiglie altoatesine è ancora molto diffusa l'usanza di preparare in casa le frittelle alle mele che possono essere arricchite di qualche piccola personalizzazione che le rende ancora più golose ed adatte a differenti occasioni ed abbinamenti. Non manca, ad esempio, chi sostituisce il latte con la birra, rendendole ancora più adatte ad essere servite anche come accompagnamento di pietanze salate, così come non è raro trovare pastelle “corrette” con del liquore, generalmente rum, che dona alla ricetta una nota aromatica ed inebriante. Generalmente vengono servite cosparse con zucchero a velo e cannella e talvolta accompagnate da gelati e semifreddi che creano un piacevole contrasto di consistenze e temperature.

La ricetta: Frittelle di mele. Ingredienti: 2 mele (Renette o Golden), succo di limone. Per la pastella: 125 grammi di farina, 200 millilitri di latte (o birra), 2 uova, 100 grammi di zucchero, 2 cucchiai di rum o grappa (facoltativi), un cucchiaino di sale. Per friggere e rifinire: olio di semi di arachidi, zucchero a velo, cannella in polvere. Separate i tuorli dagli albumi, poi setacciate la farina e cominciate a lavorarla con il latte o la birra fino ad ottenere un composto fluido ed omogeneo. Continuando a mescolare con una frusta, aggiungete anche i due tuorli, lo zucchero, il sale e, se lo desiderate, il liquore. Lasciate riposare la pastella e, nel frattempo, sbucciate le mele e privatele del torsolo, poi tagliatele a fette sottili (circa mezzo centimetro) e bagnatele con qualche goccia di succo di limone. Montate, quindi, gli albumi a neve ed incorporateli delicatamente alla pastella con movimenti circolari dal basso verso l'alto, poi fate scaldare l'olio e, quando sarà ben caldo, cominciate ad asciugare le fette di mele e a passarle nella pastella per poi friggerle tre o quattro o alla volta a seconda della dimensione delle fette, della quantità di olio e della capienza del contenitore. Quando saranno ben dorate, scolatele con cura su della carta assorbente, guarnitele con una spolverata di zucchero a velo e cannella in polvere e servite in tavola calde o tiepide.

Altre ricette:
Spaghetti al tartufo nero pregiato di Norcia
Risotto con insalata di Lusia
Gamberoni glassati alla liquirizia con pesto di finocchi

IL TERRITORIO

Dominato dalle Alpi e ricoperto da una natura unica ed estremamente ricca, l'Alto Adige-Sudtirol è l'estremo nord del nostro Paese. Quando si raggiunge Bolzano e le località della sua provincia ci si rende immediatamente conto di essere approdati in una terra di confine, dove a prevalere sono la lingua e la cultura tedesche. Ogni borgo, immerso in una cornice paesaggistica di eccezione, è un piccolo concentrato di storia e di usanze affascinanti ed ogni passeggiata ed ogni escursione portano alla scoperta di siti naturalistici dalle suggestioni uniche. Qui i sapori sono speciali e la tradizione gastronomica riserva un numero sorprendete di prelibatezze tipiche che sanno di montagna e di natura, mentre le imponenti montagne che incorniciano il paesaggio offrono soltanto l'imbarazzo della scelta di magnifici tracciati ed impianti all'avanguardia che accontentano anche gli sciatori più esigenti.

Leggi anche:
Mentolo ed edera: Merano sa di Caraibi
Bolzano, al galoppo nella neve
Trentino Alto Adige: tempo di Törggelen

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100