Cerca nel sito
HOME  / gusto
marche eventi gastronomia ricette bollito

Bollito in festa nei ristoranti delle Marche

La kermesse Bolliti d'Italia celebra uno dei piatti simbolo della gastronomia italiana

Urbino e Montefeltro
 istock
Urbino e Montefeltro
Quella del bollito è una ricetta antica e carica di tradizione che richiama i pranzi in famiglia, i sapori di un tempo, il gusto di una cucina lenta. Non a caso è un piatto che si incontra in diverse zone d'Italia dove viene interpretato secondo le differenti culture gastronomiche, i prodotti del territorio e il palato dei consumatori. Ed è proprio per celebrare uno dei piatti simbolo della cucina italiana che alcuni dei ristoranti della provincia di Pesaro e Urbino hanno deciso di aderire ad una speciale iniziativa della Confesercenti che durerà fino al 1 maggio e che proporrà questa deliziosa ricetta, generalmente poco presente nei menu dei ristoranti a causa della complessità e dei tempi di preparazione, in tutte le possibili declinazioni, ma senza rinunciare alla tradizione ed alla qualità. La manifestazione, che prende il nome di “Bolliti d'Italia”, ha come scopo proprio quello di richiamare l'attenzione su una ricetta trasversale in grado di mettere d'accordo tutti, e di farlo servendo in tavola una portata di qualità ad un prezzo accessibile.

I ristoranti aderenti, infatti, nel corso di questo speciale festival dedicato al bollito dovranno proporne una loro versione con contorno di verdure e legumi di San Sisto al prezzo convenzionato di 20 euro ed un intero Menu di Bollito comprensivo di un primo di cappelletti o passatelli in brodo e di un piatto di bollito con contorno di verdure e lgeumi di San Sisto al prezzo convenzionato di 27 euro bevande escluse. Queste speciali proposte potranno essere gustate ogni venerdì, sabato e domenica fino al 1 maggio. Il bollito potrà essere interpretato in base alle preferenze dei ristoratori, purchè vengano rispettati i requisiti stabiliti dal rigido disciplinare alla base del progetto. Innanzitutto per preparare il bollito si dovrà utilizzare esclusivamente carne certificata Bovinmarche includendo almeno 5 tagli a scelta tra muscolo di coscia, spalla, fiocco di punta, cappello del prete, lingua, testina con musetto, cotechino, pancia, coda nervetti, cappone e gallina. Non potranno essere servite salse di accompagnamento industriali ed il tutto dovrà essere condito con olio extravergine di oliva Cartoceto Dop o dei frantoi locali, e accompagnato con verdure cotte e legumi di San Sisto e con i vini marchigiani o della vicina Emilia Romagna.

Bolliti d'Italia è anche un'ottima occasione per conoscere e visitare lo splendido territorio che ospita la manifestazione. Nel corso della kermesse, infatti, verrà promosso il Tour del Bollito che porta alla scoperta di alcuni dei luoghi più interessanti e suggestivi della zona tra cui Urbania e Urbino, la Riserva Naturale Statale della Gola del Furlo e Acqualagna, gustando il bollito nei ristoranti aderenti.

Leggi anche:
Marche: la preferita di Michelangelo
Il Montefeltro si scopre sulle due ruote

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100