Cerca nel sito
HOME  / cuore
valle del secchio toscana itinerari romantici giovanni pascoli

Toscana: la poesia di Pascoli nella Valle del Serchio

Fuga romantica in Toscana a suon di versi pascoliani

Panorama sul borgo di Barga
Courtesy of©RenaissanceTuscany il Ciocco Resort & Spa
Panorama sul borgo di Barga
Incorniciata dalle Alpi Apuane e dall'Appenino che si estende tra la piana di Lucca e la Garfagnana, la Valle del Serchio si estende lungo il bacino dell'omonimo fiume regalando quegli incantevoli scenari dalle suggestioni squisitamente toscane tanto amate dai viaggiatori in cerca di una romantica fuga di coppia. Panorami sconfinati che emanano poesia da ogni angolo accolgono i visitatori che desidarno concedersi un piacevole weekend con la propria metà godendo di tutto l'incanto di un luogo dalla natura sorprendente, sapientemente valorizzata dall'uomo nel corso dei secoli e trasformata in un pittoresco paradiso che sembra uscito da un quadro. La poesia è la protagonista di ogni soggiorno in questo angolo della Valle del Serchio. La poesia che, accompagnata da un dolcissimo sottofondo musicale, pervade l'atmosfera dell'incantevole Il Ciocco Tenuta e Parco, un polo turistico alberghiero immerso in 600 ettari di parco naturale che deve il suo nome proprio ad uno dei più grandi poeti italiani. Si tratta di Giovanni Pascoli il quale, conquistato dal fascino della valle e di Castelvecchio, dedicò alla località la raccolta "I Canti di Castelvecchio" che include una poesia intitolata "Il Ciocco". In questi versi viene descritto l'incontro di un gruppo di contadini intenti a parlare della vita intorno al ceppo che arde mentre osservano il fuoco che si consuma.

Non potrebbe esserci nome più appropriato, dunque, per un luogo carico di poesia come questa tenuta alle porte di Lucca in cui passeggiando si scoprono luoghi che sprigionano pace e bellezza e raccontano una lunga storia di interazione tra la natura e l'uomo che, con il trascorrere del tempo, ha plasmato il paesaggio piantando castagneti da cui ricavare legna e frutti e scavando ampi terrazzamenti sui quali coltivare viti e ulivi. Lungo i sentieri di montagna si rimane incantati a contemplare la pace che regna tra gli alpeggi, gli antichi metati, dove si essiccavano le castagne, la vecchia scuola elementare, borghi dal fascino d'altri tempi. Ed è impossibile non rimanere affascinati al cospetto di Casa Pascoli, la dimora che a partire dal 1895 regalò al poeta anni di pace e di tranquillità. Si tratta della villa di campagna dei Cardosi-Carrara, adagiata sul Colle di Caprona a Castelvecchio, proprio a due passi dall'ingresso della tenuta del Ciocco, all'interno della quale tutto è rimasto esattamente com'era all'epoca del poeta, in onore del quale, dopo la sua morte, si è scelto di non toccare nulla per poter fermare il tempo al periodo sereno che trascorse tra quelle mura.

In questa cornice magica e romantica dove è possibile dedicarsi allo sport oltre che concedersi momenti di vero svago e di benessere in coppia, è un piacere poter trascorrere la Pasqua in un clima di assoluta pace e serenità. Per l'occasione il Renaissance Tuscany ha pensato ad alcune proposte per poter festeggiare con la propria dolce metà o con tutta la famiglia. Per chi vuole godere della possibilità di trascorrere un intero weekend tra le bellezze del posto può scegliere il pacchetto soggiorno dedicato alla Pasqua che include due pernottamenti ed il pranzo pasquale comprensivo di intrattenimento con preparazione e decorazione delle uova di cioccolato. Chi non avesse la possibilità di trattenersi per l'intero weekend, potrà, invece, raggiungere il Resort per il solo pranzo.

E per chi, infine, avesse preso altri impegni per festeggiare la Pasqua, è ancora possibile, fino alla fine del mese, approfittare delle numerose iniziative del Renaissance Tuscany per aprile. Ogni domenica, martedì, giovedì e venerdì, ad esempio, l'aperitivo sarà davvero speciale con i cocktail del Nour Lounge dove, il giovedì e il venerdì, si potrà anche assistere e partecipare, rispettivamente, ad un goloso pastry show e ad una degustazione di vini prleibati. La giornata del sabato, del mercoledì e del giovedì, inoltre, inizia con una passeggiata al mercato per l'acquisto degli ingredienti utilizzati dallo chef per preparare le sue prelibatezze, mentre quelle del lunedì e della domenica saranno un trionfo di squisitezze della tradizione toscana.

Leggi anche:
A spasso tra le antiche aie della Garfagnana
Lucca, nel Duomo un gioiello da riscoprire
Toscana: Lucca al pinzimonio

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100