Cerca nel sito
HOME  / cuore
Castel Gandolfo cosa vedere gite primavera cosa fare a pasquetta 

Lazio: Castel Gandolfo, non solo papi

Il borgo laziale non è celebre solo come residenza estiva papale, perché ospita scorci suggestivi che sono perfetti da scoprire in coppia. 

Panorama di Castel Gandolfo
©iStockphoto
Castel Gandolfo: panorama con lago
Tutti, quando pensano a Castel Gandolfo, hanno in mente l’immagine della residenza papale, frequentata per la villeggiatura dei Pontefici sin dai tempi di Urbano VIII. Ma il borgo laziale, a circa 20 chilometri da Roma, è anche inserito nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia e si trova nel Parco Regionale dei Castelli Romani. Affacciato sul Lago di Albano, conosciuto anche come Lago di Castel Gandolfo che fa capolino agli angoli delle vie, offre scorci particolarmente suggestivi ideale da scoprire con una passeggiata romantica.

Leggi anche: LAZIO, IL CULTO DELLA POLENTA IN CIOCIARIA 

Si può iniziare la visita da Via Ercolano, dove una volta si estendevano gli Horti Torlonia che oggi fanno parte del Parco archeologico degli Ibernesi, dove sono presenti alcuni resti della Villa di Domiziano. Si raggiunge poi Villa Torlonia, celebre anche per aver ospitato Goethe durante il suo secondo viaggio in Italia. Dimora altrettanto splendida è Palazzo Del Drago, fatto costruire dal cardinale Alessandro Albani nel 1746, da cui si raggiunge Piazza della Libertà, con il Palazzo Pontificio sul lato nord e la Chiesa di San Tommaso da Villanova sul lato est. Il Palazzo Pontificio fu edificato a partire dal 1628 su progetto di Carlo Maderno: sulla facciata sono riportate tre epigrafi che celebrano le opere dei papi Paolo V, Urbano VIII ed Alessandro VII. Al suo interno è ospitata la Cappella Privata dove si trova un’immagine della Madonna del Santuario di Czestochowa, uno dei più importanti centri di culto polacchi. La Collegiata pontificia di San Tommaso da Villanova è la principale chiesa cittadina di Castel Gandolofo: progettata dal Bernini si presenta secondo i canoni barocchi a cui il celebre architetto ha conferito slancio e dinamismo, ben visibile nella facciata, nella cupola e nella lanterna.

Leggi anche: IL LAZIO PIU' GUSTOSO: 5 IDEE CHE DELIZIANO IL PALATO

Gli scenari che circondano la cittadina, tra il lago, i fitti boschi di castagno e gli ordinati filari di viti e olivi, si tingono di sfumature particolarmente suggestive al tramonto, quando anche lo stomaco vuole la sua parte. Ecco allora che, tra le proposte per cenare a lume di candela, spiccano il Ristorante La Gardenia, situato in una splendida posizione, che propone cucina italiana ed internazionale; l’Antico Ristorante Pagnanelli, accanto alla Villa Pontificia, dalle cui finestre e terrazze si gode di una vista mozzafiato; Arte e Vino, che accoglie i clienti in un ambiente tipico composto da quattro locali antichi collegati tra loro tramite una grotta sotterranea del Seicento: l’arredamento fine armonizza perfettamente con gli eccellenti piatti della tradizione romana rivisitati. 
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100