Cerca nel sito
HOME  / cuore
sicilia aci trezza itinerari romantici 

Romantiche seduzioni letterarie ad Aci Trezza

Il borgo verghiano dal fascino d'altri tempi

Faraglioni di Aci Trezza<br>
© Wikipedia
Aci Trezza, faraglioni dell'Isola dei Ciclopi
La letteratura è in grado di creare atmosfere uniche e di ammantare ogni luogo di una suggestione tutta particolare sospesa nello spazio e nel tempo. Quando alla magia tutta letteraria si aggiunge quella di un luogo magnifico a metà strada tra terra e mare, il mix diventa davvero irresistibile e crea una cornice ideale per una romantica fuga lontano dalla confusione e dalla quotidianità. Una fuga alla volta di una meta speciale dove il confine tra passato e presente è sfumato e sottile ed i paesaggi sono unici. Una meta come Aci Trezza, antico borgo di pescatori, frazione di Aci Castello, in provincia di Catania, che al sentore tipico del pessimismo verghiano, che affiora dalle pagine dei Malavoglia in cui è crudamente immortalato, unisce la sorprendente bellezza dei paesaggi dominati dai faraglioni che dal mare vegliano sulla costa.

Sono proprio i faraglioni uno dei simboli e dei siti più rappresentativi di questo splendido borgo siciliano. Tre colonne solitarie e cinque scogli lentamente plasmati dalle acque e dal vento nel corso dei millenni ammantati di suggestioni mitologiche evocate dalla leggenda che li vuole generati dai massi scagliati da Polifemo ad Ulisse in fuga dall'Isola dei Ciclopi. Il più grande, chiamato Isola Lachea, ospita una fauna ricchissima tutelata da una riserva marina protetta. E' impossibile non rimanere conquistati dal fascino di questo piccolo arcipelago di roccia basaltica che emerge dalle acque limpide piene di vita e di storia.

Ma in questo magnifico borgo sospeso tra letteratura e mitologia, non è soltanto il paesaggio a conquistare il cuore. Anche arte e architettura, infatti, qui si fondono con il mare, creando scorci mozzafiato. E' magnifico il colpo d'occhio offerto dalla chiesa di San Giovanni che si erge vicino al mare in un luogo dove un tempo sorgeva una chiesa distrutta dal sisma del 1963. Altrettanto sorprendente l'impatto visivo della Madonna del Faraglione, scolpita nel marmo dallo scultore Sarino Piazza, e quello dello scenografico complesso di sculture laviche sul lungomare, chiamato Vulcanica, realizzato da quattro scultori che hanno fornito una loro rappresentazione di Trezza, Mistura, Pensiero e dei Faraglioni.

Leggi anche:
Sicilia: 5 itinerari seguendo l'arte più bella dell'isola
Weekend in Sicilia: itinerario in 5 tappe tra i sapori dell'isola

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100