Cerca nel sito
HOME  / cuore
marche torre palme itinerari romantici

Marche: a Torre di Palme nella Grotta degli Amanti

Alla scoperta del romantico borgo della Provincia di Fermo affacciato sul mare

torre di palme marche rocca borgo
Courtesy of ©pizzodisevo Flickr/CC BY SA 2.0
La rocca di Torre di Palme
Un luogo dalle atmosfere d'altri tempi a cavallo tra le colline e il mare Adriatico. Un pittoresco intreccio di vicoli dalle suggestioni medievali che si aprono su un affascinante belvedere sulla costa marchigiana. Torre di Palme è un borgo incantevole che dona un senso di pace e relax a chi lo sceglie per un weekend dalle atmosfere intime in cui dimenticare lo stress quotidiano e godere del piacere di una compagnia speciale. La possibilità di concedersi piacevoli passeggiate nella natura alla volta di luoghi romantici che raccontano struggenti storie d'amore rende la località una meta perfetta per una fuga di coppia.

Uno dei punti di forza di Torre di Palme è lo stato di conservazione del borgo che si offre come un fulgido esempio di cittadina medievale. Il fiore all'occhiello della località, oltre alla pittoresca piazzetta che guarda il mare dall'alto, sono le sue magnifiche chiese, antichissime e ricche di opere d'arte. Da non perdere un sosta presso quella di S. Agostino, dalle suggestioni gotiche, che custodisce al suo interno un prezioso polittico di Vittore Crivelli. Passeggiando lungo il corso, ci si ritrova al cospetto di Santa Maria a Mare che rivela ancora oggi l'antico impianto gotico ma che porta gli evidenti segni dei numerosi rifacimenti susseguitisi nel corso del tempo. L'intero borgo è un continuo alternarsi di scorci pittoreschi da ammirare con calma, per lasciarsi avvolgere dalle atmosfere d'altri tempi che emanano dalle case e dalle strade.

E per gli amanti delle passeggiate, anche i dintorni di Torre di Palme sono un piccolo scrigno di piacevoli sorprese. Da non perdere, ad esempio, la suggestiva passeggiata del Bosco del Cugnolo che si snoda lungo un piacevole sentiero di due chilometri ben curato e segnalato adatto ad ogni livello di allenamento. Seguendo il percorso si scende nel Fosso di S. Filippo e ci si addentra in un grazioso boschetto di querce secolari dal quale si può ammirare un'affascinante vista su Torre di Palme e sulla rupe pliocenica su cui poggia. Ma una fuga romantica che si rispetti non può prescindere da una sosta nella Grotta degli Amanti che prende il nome dalla tragica storia d'amore tra Antonio e Laurina, un soldato e la sua giovane promessa sposa.

All'epoca delle guerre coloniali per la conquista della Libia, il ragazzo, al termine di una licenza di qualche giorno, non riuscì a separarsi dalla sua fidanzata e decise di fuggire con lei. Trasformatosi in un disertore, Antonio, per sfuggire alle ricerche, si rifugiò con la sua innamorata in questa piccola grotta di arenaria dove la coppia si nutrì di pane e sarde procurate dai pescatori. Si trasferirono, quindi, nella piccola chiesa di San Filippo ma, dopo pochi giorni, divorati dai sensi di colpa, ma non riuscendo comunque a sopportare di doversi separare, i giovani innamorati preferirono morire insieme gettandosi nel Fosso di San Filippo legati con lo scialle di Laurina e la cinta di Antonio.

Leggi anche:
Marche: la preferita di Michelangelo
Il Montefeltro si scopre sulle due ruote

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100