Cerca nel sito
HOME  / cuore
L'Aquila monumenti e ristoranti

L'Aquila, indimenticabili cene a lume di candela

Scoprire il capoluogo abruzzese in due, tra monumenti e ristoranti romantici

Fontana delle 99 cannelle
©iStockphoto
L'Aquila, scorcio della Fontana delle 99 cannelle
L’Aquila continua ad essere una delle città più belle d’Italia nonostante il devastante terremoto del 2009: sta riuscendo a tornare agli antichi splendori e può essere presa in considerazione anche dalle coppie che abbiano voglia di lasciarsi conquistare dal suo fascino. Si passeggia ammirando i monumenti, facendo shopping e assaporando le migliori prelibatezze locali. La Piazza del Duomo, con Corso Vittorio Emanuele II, è stata tra le prime ad essere accessibile: si tratta di una delle più grandi piazze realizzate durante Medioevo nell’Italia centro-meridionale ed è interamente visitabile insieme alle due belle fontane, anche se il Duomo e alcuni palazzi sono ancora in attesa di restauro. Un’altro bel punto di osservazione è la Fontana luminosa, realizzata nel 1934 da Nicola d’Antino, da cui si può ammirare sullo sfondo il Gran Sasso.

Leggi anche: L'Aquila, Aditorium del Parco: temporaneo ma non troppo

Imboccando Corso Vittorio e attraversando Piazza Margherita si incontra la Fontana del Nettuno, e recandosi fino a piazza Santa Maria di Paganica si può vedere Palazzo Ardinghelli. Immancabile la tappa alla Chiesa di San Bernardino che, insieme a quella di San Giusppe, è visitabile anche all’interno. Da Piazza San Bernardino si ammira uno scorcio suggestivo sui tetti della città. Ma la chiesa più nota e preziosa è la Basilica di Collemaggio, voluta da Papa Celestino V, la cui splendida facciata rettangolare, decorata con i tipici marmi rosa e bianchi, è sopravvissuta al sisma del 2009. A fianco della chiesa si apre il Parco del Sole, un’ampia area verde su più livelli molto amata e frequentata.

Leggi anche: L'Aquila prima e dopo (STILE.IT)

La Fontana delle 99 cannelle, simbolo de L’Aquila, fortunatamente non ha riportato troppi danni e si può ammirare in tutta la sua bellezza. Costruita nel XIII secolo, si trova subito dopo Porta Rivera e vanta una forma piuttosto originale, delimitata su tre lati da pareti di marmo a scacchi bianchi e rosa. Dalle bocche di 99 mascheroni di forma diversa escono le cannelle da cui sgorga l’acqua che termina in due file di grandi vasche. La fontana è anche metafora della città, in quanto la leggenda narra che furono 99 i castelli che, da metà del 1254 in poi decisero di unirsi per fondare la L’Aquila. Dopo l’arte e la storia è la gastronomia a fare da padrona: per una cena romantica vale la pena andare da Elodia, dove si cena accanto ad un caminetto e la cucina è quella tradizionale rivisitata con tocchi di modernità. Al Ristorante Delfina la vera cucina abruzzese viene proposta con una vasta gamma di primi e di secondi piatti preparati come vuole la tradizione.
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione Abruzzo
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100