Cerca nel sito
HOME  / cuore
Ischia Ponte itinerario romantico

Campania, il borgo di Ischia Ponte per due

Il cuore dell'isola offre atmosfere affascinanti grazie anche al Castello Aragonese

Ischia Ponte
©iStockphoto
Ischia Ponte, Castello Aragonese
L’isola di Ischia ha fascino da vendere. Non è rinomata solo per le sue terme, il mare e l’ottima gastronomia, ma è adatta anche alle coppie che desiderino trascorrere indimenticabili momenti all’insegna del romanticismo. Soprattuto quando si visita il borgo di Ischia Ponte, intriso di un fascino antico. Anticamente conosciuto come borgo di Celsa per una piantagione di gelsi profumati che ricopriva l’area, ospita tutta la storia e la tradizione ischitana anche perché qui di trova il simbolo dell’intera isola, ovvero il Castello Aragonese. La fortezza sorge su un isolotto collegato al versante orientale dell’isola da un ponte in muratura lungo 220 metri.

Leggi anche: Sant'Angelo, il volto più intimo di Ischia

La costruzione del primo castello risale al 474 a. C., ma la struttura moderna si deve agli Aragonesi che la trasformarono in un solido a forma quadrangolare con le quattro torri. All’interno c’erano gli alloggi reali e quelli riservati ai cortigiani, alla truppa e ai servi. Alla fine del Cinquecento vi erano ospitate più di 1800 famiglie, oltre al convento delle clarisse, l’abbazia, il vescovo e il principe. Per tutto il XVIII secolo Ischia Ponte era la città più ricca e prosperosa dell’isola, e il suo destino si va progressivamente a staccare da quello del Castello che nel frattempo vive un periodo di decadenza, in seguito all’abbandono delle famiglie nobili e benestanti. Nel tempo si è però mantenuta la struttura del borgo, con vicoli stretti e palazzi signorili alternati a caratteristiche casette basse.

Un altro luogo famoso per le TERME? Eccolo!! 

Particolarmente interessante è la Cattedrale dell’Assunta, costruita nel 1301 e rimaneggiata nel Settecento, bombardata però dagli Inglesi nel 1809. La cripta, decorata con affreschi della scuola di Giotto, conserva ancora le spoglie delle famiglie nobili dell’isola. Andando verso il Piazzale Aragonese si incontra la Chiesa Collegiata dello Spirito Santo, in cui si venera il santo ischitano Giovan Giuseppe della croce. Accanto si erge la chiesetta seicentesca che accoglie l’Arciconfraternita di Santa Maria di Costantinpoli, mentre sulla strada principale si trova la Cattedrale di Santa Maria della Scala. Per una cena tranquilla a due passi dal Castello Aragonese si può scegliere di sostare Al Pontile, un suggestivo ristorantino affacciato sul mare dall’atmosfera rilassante che propone piatti tipici accompagnati da ottimi vini locali. 
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100