Cerca nel sito
HOME  / cuore
calabria borghi idee weekend itinerari romantici

Aieta, tra mare e montagna un tocco rinascimentale

Il bellissimo borgo calabrese è un trionfo di splendidi scorci da scoprire in due

aiuta calabria borghi
Courtesy of ©Velvet/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Aieta
Arrampicato sulle montagne e affacciato sul mare, Aieta è un borgo dalle atmosfere di altri tempi adagiato a soli 12 chilometri dalla costa calabrese. Immerso nel territorio del Parco Nazionale del Pollino, vanta scenari incantevoli che non rappresentano, però, l'unica attrazione di questo borgo pittoresco che, non a caso, è stato inserito nel circuito dei Borghi Più Belli d'Italia. Quando si ammirano gli scorci romantici che fanno cpolino da ogni angolo del bel centro storico si rimane immeditamente colpiti da quanta bellezza si può raccchiudere in un borgo così piccolo. Aieta è un vero e proprio concentrato di tesori che sarà ancora più bello scoprire assieme ad una persona speciale con cui condividere questa esperienza emozionante.

In ogni stretto vicolo di questa località della provincia di Cosenza si scoprono splendidi palazzi signorili adornati da portali in pietra che svelano l'anima nobile di un borgo dal fascino rurale sviluppatosi attorno al maestoso Palazzo Rinascimentale di epoca cinquecentesca che lo sovrasta e che oggi ospita l'innovativo MU.VI.D'A, il Museo Virtuale d'Aieta che propone una interessante serie di ricostruzioni in 3D dell'aspetto del borgo e del palazzo nel corso dei secoli. La storia della località, della sua gente e dei suoi usi e costumi viene raccontata in modo immersivo e coinvolgente attraverso ologrammi, interfacce visuali e ricostruzioni scenografiche che non valorizzano soltanto il patrimonio artistico e monumentale di Aieta ma anche, e soprattutto, quello culturale. Giunti nella piazza principale è, invece, la Chiesa Madre di Santa Maria della Visitazione a catturare l'attenzione con i suoi splendidi affreschi mentre, alle porte del paese, i resti del Convento di San Francesco d'Assisi raccontano una storia lunghissima regalando una splendida chiesa adornata da un coro ligneo, antiche statue e dipinti. Ma tutto il centro storico è un susseguirsi di bellissime chiese ed interessanti palazzi da ammirare e fotografare.

Non meno affascinante il contesto paesaggistico in cui il borgo di Aieta è letteralmente incastonato. Tutto attorno si erge un imponente arco di montagne formato dal Monte Calimaro, dai monti Curatolo e Rossello, dal Monte Ciagola e dal Cozzo Petrara che vegliano sulla suggestiva isola di Dino. La "Valle dei Mulini", che si apre stretta lungo il torrente Tronaturo, è una fonte inesauribile di splendidi scenari punteggiati dai resti di antichi mulini alcuni dei quali risalenti ad epoca medievale, mentre i rilievi che incorniciano il borgo, oltre ad offrire un fitto susseguirsi di folti boschi di querce e faggi, portano le tracce indelebili di tecniche di agricoltura pioneristica che hanno plasmato il paesaggio ricavando aie e appezzaenti coltivabili lungo le pendici dei monti, salendo fin quasi in cima.

Leggi anche:
Calabria: dalla Sila il gusto caro a Ippocrate
Calabria: a Rossano secoli di liquirizia
Calabria: tutti i segreti del CrossFit


CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per distretto Parco del Pollino
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100