Cerca nel sito
Italia Carnevale 2017 Veneto Venezia casa Nietzsche 

Venezia, in vendita la casa di Nietzsche 

Si trova in quel di Palazzo Berlendis, nel sestriere di Cannaregio, l'abitazione in cui visse il filosofo tra il 1880 e il 1887

Palazzo Berlendis, Venezia
Courtesy of©blog.casa.it
Palazzo Berlendis, Venezia
"Se dovessi cercare una parola che sostituisce 'musica' potrei pensare soltanto a Venezia"- disse il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche della città lagunare là dove visse tra il 1880 e 1887. Facendo rotta nel sestiere di Cannaregio, alle Fondamente Nove, si trova un bellissimo edificio dallo stile neoclassico. Commissionata dal mercante veneziano Stefano Protasio nel 1600 e realizzata dall'architetto Andrea Tirali, la struttura è divisa in due ali, il Palazzo Merati nella parte settentrionale e, in quella meridionale, il Palazzo Berlendis. Proprio in quest'ultimo, al piano nobile, si trova la casa dove visse il sommo filosofo. Quella dimora che un tempo apparteneva alla famiglia aristocratica dei Berlendis, oggigiorno è in vendita per 2.5 milioni di euro. A seguire l'affare è l'agenzia immobiliare Engel & Völkers Venezia. 

A giustificarne il prezzo non è solo l'ampia metratura (parliamo di ben 300 metri quadri più 15 di terrazzo) ma anche l'affaccio panoramico sulla Laguna e il campanile di San Marco. La proprietà ha un design degno di nota, basta dare uno sguardo alle foto per capire che la lussuosa abitazione è pronta a regalare al fortunato acquirente una vera e propria esperienza estetica. 
 
Quattro le stanze che compongono l'appartamento di cui una vanta un'alcova con pannelli in legno risalente al XVIII secolo con opere del pittore Francesco Fontebasso. In quanto a fascino e pregio non sono da meno i pavimenti in marmo, gli alti soffitti, le decorazioni in stucco, i dipinti a muro e gli affreschi che riproducono la tenuta di campagna della famiglia Berlendis. Anche i bagni hanno un aspetto artistico in quanto riportano mosaici originali di Napoleone Martinuzzi, grande scultore del vetro, a cui vanno i meriti anche della porta della terrazza decorata con figure mitologiche, vere e proprie testimonianze della sua arte.
 
Dire Venezia non significa soltanto parlare Nietzsche o d'amore perché la città è anche sinonimo di maschere e Carnevale. Il periodo è quello giusto per catapultarsi nella bella realtà lagunare pronti a vivere l'euforia e la magia del momento. Al fine di scoprire la Venezia più autentica, Musement, il servizio che aiuta i viaggiatori a conoscere le più belle esperienze di viaggio in oltre 450 città in 55 Paesi, ha suggerito alcune curiose attività in grado di rendere più divertente e insolita la permanenza. Al bando la pigrizia, è ora di mettersi in gioco. Per un pomeriggio sui generis, perché non lanciarsi in una lezione di ballo? Nulla di banale quando si parla di minuetti e cotillon. Niente paura, ad accompagnare in questa mission è un professionista che, passo dopo passo, invita a lasciarsi trasportare dalle note di un trio classico. 

LEGGI ANCHE VENEZIA, IL VOLO DELL'ANGELO CELEBRA IL CARNEVALE

Parlando di esperienze multisensoriali, a regalare gioiose sensazioni al tatto e alla vista, è il Tour dell'artigianato veneziano che permette di visitare atelier e botteghe pronti a fare il pieno di tradizione tra maschere di carnevale, vetro e velluto. O ancora, in quel di Campiello San Zulian, è possibile seguire il corso di decorazione "Crea la tua maschera per il Carnevale di Venezia", pronti a fare tesoro delle preziose perle di saggezza rivelate da un esperto decoratore che spiegherà l'antica tecnica per creare una maschera veneziana in cartapesta ma non solo in quanto è pronto a rivelare ai partecipanti storie e curiosità sulla Venezia dei tempi che furono.

Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100