Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Italia: Villa Adriana

Tivoli, il capolavoro Unesco di Villa Adriana

E' la più grande dimora mai appartenuta ad un Imperatore romano 

Teatro Marittimo
©iStockphoto
Villa Adriana, Teatro Marittimo
Una meraviglia del passato immersa nel verde di alberi secolari in un immenso parco che si estende per 80 ettari: è Villa Adriana di Tivoli, alle porte di Roma. Si tratta di un capolavoro inserito dall’Unesco nella lista dei Patrimoni dell’Umanità nel 1999. E’ la villa che l’Imperatore Adriano fece costruire per sé e per la sua corte a partire dal 117 d.C. in quella che, all’epoca, era la campagna tiburtina. Il complesso abitativo monumentale ha profondamente influenzato numerosi architetti e disegnatori dei secoli successivi. Venne realizzata sulla base di un precedente edificio che apparteneva alla moglie Vibia Sabina, nei pressi di una sorgente di acqua sulfurea, oggi diventata i Bagni di Tivoli, che l’Imperatore apprezzava particolarmente.

Leggi anche: Villa d'Este, a Tivoli i giardini più spettacolari

La villa è formata da una serie di strutture collegate fra loro, ciascuna delle quali aveva una precisa funzione. Si possono quindi riconoscere l'edificio con tre esedre, il ninfeo stadio, l'edificio con peschiera, a cui erano collegati il quadriportico, le piccole terme, il vestibolo, il padiglione del pretorio. Il tocco voluto da Adriano è stato quello di voler riprodurre luoghi e monumenti che lo avevano affascinato durante i suoi numerosi viaggi. Il Pecile è un enorme giardino, circondato da un porticato con una piscina centrale ed utilizzato per le passeggiate estive ed invernali. Il Canopo è un lungo bacino d'acqua ornato da colonne e statue che culmina con un tempio sovrastato da una cupola a spicchi, i resti di due stabilimenti termali, le Grandi Terme e le Piccole Terme, dotate di un frigidarium a cielo aperto e di una sala rotonda con cupola a cassettoni dove si aprivano cinque grandi finestre. Le Piccole Terme erano edifici decorati con preziosi stucchi e dedicati alla famiglia imperiale e ai suoi ospiti. Le Grandi Terme erano invece riservate al personale addetto alla villa.

Altri luoghi ben conservati  sono l'accademia, lo stadio, il palazzo imperiale, la Sala dei filosofi, il Teatro greco e la Piazza d'oro, una maestosa struttura che aveva funzioni di rappresentanza il cui vasto peristilio era arricchito da finissimi stucchi. Lo splendido Teatro Marittimo appare come un’isola con un colonnato ionico, circondata da un canale, luogo prediletto dall’Imperatore quando voleva rimanere in tranquillità. Villa Adriana è la più grande villa mai appartenuta ad un imperatore romana ed ancora oggi è testimonianza dello straordinario livello di abilità raggiunto in campo architettonico. Gli scavi hanno riportato alla luce centinaia di opere d’arte e bisogna immaginare che tutte le costruzioni di cui oggi restano solo le murature erano rivestite di marmi colorati. Purtroppo nel corso dei secoli sculture, fregi e mosaici sono stati portati altrove, ma questo non toglie comunque il grande fascino che avvolge l’intero monumento.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100