Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Catalogna

Spagna, la Catalogna che brilla con l'UNESCO

Non solo le opere di Gaudì rendono la Catalogna una terra ricca di siti Patrimonio dell'Umanità

Gaudì a Barcellona
©iStockphoto
Patrimonio Unesco a Barcellona, Casa Batllò di Gaudì
La Catalogna è uno dei luoghi con il maggior numero di siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità, sia quelli più famosi che quelli meno conosciuti. Ad incominciare delle opere di Antonio Gaudi che hanno contribuito in modo eccezionale allo sviluppo architettonico del XIX e del XX secolo. I tesori dell’architetto spagnolo a Barcellona riconosciuti Patrimonio dell'Umanità sono 7: Park Güell, Palazzo Güell- Lopez, a pochi passi dalla Rambla, Casa Milà, Casa Vicens, Casa Batlló, la Cripta a Colònia Guell che sembra una grotta naturale e non un opera architettonica, la meravigliosa facciata della Natività e la Cripta della Sagrada Família. Considerato uno degli ospedali più importanti della città, il Recinto Modernista di Sant Pau è l'edificio più grande realizzato dall’architetto Lluís Domènech i Montaner, nonché tra i migliori esempi di modernismo pubblico. Situato nel distretto Guinardó di Barcellona, l’Hospital, costruito nel 1401 con il nome di Santa Creu (Santa Croce) e con l’obiettivo di fondere i 6 ospedali allora presenti a Barcellona, dal 1997 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità, cosi come un altro grande esempio del modernismo catalano, il Palau de la Musica Catalana di Barcellona. La principale innovazione architettonica del Palau è quella di essere concepito come uno spazio aperto, fruibile, da vivere nella sua totalità, studiato apposta per non bloccare lo sguardo.

Leggi anche: A spasso tra i Mercati di Barcellona più caratteristici 

Percorrendo la costa verso sud c’è Tarragona, le cui origini risalgono alla seconda guerra punica, nel 200 a.C. Stupiscono i reperti archeologici come il circo romano, il bellissimo anfiteatro a strapiombo sul mare, le iscrizioni e incastri di pavimentazioni antiche nel centro cittadino. Ma anche le testimonianze mediaveli tra cui la Cattedrale gotica e la scalinata Pla de la Seu. Il bellissimo Teatro Metropoli è un vero e proprio gioiello modernista, opera di Josep Maria Jujol. Nel comune di Vimbodí si trova il Monastero di Santa Maria di Poblet, uno dei più importanti complessi monastici d’Europa e Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO dal 1991, nella cui chiesa sono conservate le tombe di sovrani e regine della corona di Catalogna e d’Aragona.

Scopri di più sulla Spagna con STILE.IT

Spostandosi nell’entroterra si scopre un luogo dove l’arte si fonde con la natura: la Valle di Boí, in provincia di Lleida. In questo territorio protetto dalle spettacolari vette dei Pirenei, si conserva uno dei migliori complessi romanici dl’Europa formato da nove chiese risalenti ai secoli XI e XII. Si tratta delle chiese di Sant Climent e Santa Maria a Taüll, SantFeliu a Barruera, Sant Joan a Boí, Santa Eulàlia a Erill la Vall,  l'Assumpció di Cóll, Santa Maria di Cardet e SantQuirc nei pressi di Durro, caratterizzate da elaborati lavori in pietra e da eleganti torri campanarie. La Catalogna è una terra riconosciuta anche per le sue tradizioni, in  particolare, la festa La Patum de Berga, una commemorazione religiosa di origine medievale che consiste in una serie di rappresentazioni teatrali che accompagnano il Corpus Domini, e le torri umane di Castellers, una tradizione che risale ad oltre 200 anni fa.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100